Blue Light Filter Pro e Swapperoo costano solo 10 cent questa settimana sul Play Store (foto e video)

Sono Blue Light Filter Pro e Swapperoo le app in offerta questa settimana sul Play Store di Google, con prezzi scontati fino a 10 centesimi di euro per l’app e il gioco. Volete saperne di più? Allora continuate a leggere e scoprirete di cosa si tratta!

Blue Light Filter Pro

Molti smartphone di ultima generazione integrano al loro interno una “modalità notte” che riduce l’emissione di luce blu, dannosa per il nostro sonno. Se il vostro dispositivo non è dotato di questa funzione, ecco che in vostro soccorso arriva Blue Light Filter, app che si occupa proprio di ridurre le frequenze blu emesse dal display, e che include anche un widget, un timer e altre opzioni per la personalizzazione. Se volete scaricarla a soli 0,10€, trovate di seguito il link.

LEGGI ANCHE: Google Allo 15: il nuovo aggiornamento

Swapperoo

Il simpatico nome di questo gioco lascia già intuire le sue dinamiche. In Swapperoo, infatti, ci troveremo di fronte ad una puzzle in cui bisogna fare i giusti swipe sulle frecce colorate che si trovano sullo schermo per creare combinazioni di blocchi dello stesso colore, eliminando di volta in volta più blocchi possibile. La grafica vivace e accattivante e il comparto sonoro piacevole rendono l’esperienza di gioco piacevole, e se anche voi volete dargli un’occhiata, non vi resta che scaricarlo a soli 10 centesimi di euro tramite il seguente badge.

L'articolo Blue Light Filter Pro e Swapperoo costano solo 10 cent questa settimana sul Play Store (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung Game Live: l’app per trasmettere live videoludiche su Facebook, Twitch e YouTube (foto e download APK)

Bixby è stata la dimostrazione più lampante di come Samsung non si accontenti di essere il leader mondiale nella vendita di smartphone, ma che piuttosto voglia creare un ecosistema software il più completo possibile, in grado di allungare i propri tentacoli in ogni settore, al fine di fidelizzare sempre di più i suoi utenti. Partendo da questo presupposto, non stupisce che il colosso coreano abbia da poco rilasciato anche un’app dedicata alla trasmissione (e le relative interazioni) di live videoludiche, chiamata Game Live.

Quello del livestreaming videoludico è un settore in rapida ascesa, perché è in grado di abbattere la tradizionale barriera fra creatori di contenuti e fruitori: grazie alla semplicità consentita dall’hardware e dal software a disposizione di tutti, ognuno può essere entrambi, in ogni momento. Tuttavia, le piattaforme più frequentate – su tutte Twitch, Facebook e YouTube – hanno ormai consolidato il proprio primato, la competizione diretta sarebbe un rischio troppo incauto. Meglio quindi creare un’app che faccia da ponte fra l’utente e quelle piattaforme.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy Note 8

Ed è proprio questo che deve aver pensato Samsung quando ha deciso di sviluppare Game Live. Il funzionamento è piuttosto intuitivo, appena lanciata l’app è possibile scegliere su qualche servizio trasmettere la propria live e dare il via al divertimento. Ovviamente è possibile impostare più finemente fattori come la risoluzione video e le sorgenti audio (dal videogioco, da un microfono, o entrambe) e non mancano anche possibilità più social, come l’inserimento di una foto o video che illustri il proprio profilo. Per ora Samsung ha posto un limite di 4 GB o 200 minuti di live per ogni gameplay.

L’app attualmente è scaricabile e installabile manualmente tramite APK. Al momento, sembra che la compatibilità sia limitata soltanto agli smartphone prodotti da Samsung stessa, ma non è escluso che questa limitazione appartenga soltanto a questa fase preliminare di rilascio (sarà comunque da verificare in futuro). Nel caso possedeste uno smartphone Galaxy e voleste provare Game Live, eccovi il link per scaricare l’APK.

Aggiornamento02-08-2017 ore 15.20

L’applicazione Game Live è adesso ufficialmente disponibile nel Play Store, anche per gli utenti italiani. Se volete provarla, nel caso non l’aveste ancora fatto questo è il link per il download.

L'articolo Samsung Game Live: l’app per trasmettere live videoludiche su Facebook, Twitch e YouTube (foto e download APK) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google Pixel 2 e Pixel XL 2 avranno lo stesso design borderless, almeno secondo Forbes (foto)

Torniamo a parlare dei nuovi Google Pixel 2 con alcune interessanti novità sul loro design, anche stavolta grazie alle custodie realizzate da produttori di terze parti e già in vendita sul web.

Le immagini che trovate in galleria sono state riportate da Forbes, che ha avvistato delle nuove cover prodotte da Olixar in vendita sul sito MobileFun. Malgrado le custodie, i render mostrano chiaramente il design dei nuovi Pixel di seconda generazione, con una parte frontale che sembra molto ispirata a quella di LG G6.

Se per il Pixel XL 2 ci sono solo conferme rispetto ai rumor usciti in precedenza, la vera novità arriva dal Pixel 2 più piccolo, che secondo Forbes dovrebbe avere lo stesso design del modello grande. Ciò significa che entrambi gli smartphone avranno una parte frontale con cornici ridotte all’osso, e tale estetica non sarà esclusiva solo della variante XL, come invece si pensava finora.

Per quanto riguarda il retro, vediamo ancora una volta il comparto fotocamera e flash spostato verso l’angolo superiore sinistro, mentre il lettore per le impronte si trova in posizione più centrale. Nessuna notizia, invece, per quanto riguarda il jack audio da 3,5 mm, visto che le immagini non mostrano i lati superiori e inferiori, quindi non possiamo né confermare né smentire la sua presenza..

LEGGI ANCHE: Google Pixel 2 e Pixel XL 2 in realistici render a 360°

Le cover per Pixel 2 e Pixel XL 2 sono già in preordine sul sito MobileFun, con prezzi a partire da 5,99€. Sebbene non si tratti ancora di prove certe, i render provenienti dai tanti produttori di accessori di terze parti sembrano andare tutti verso un’unica direzione. Staremo a vedere se queste prime immagini si dimostreranno veritiere il giorno della presentazione ufficiale, attesa ormai per il prossimo autunno.

L'articolo Google Pixel 2 e Pixel XL 2 avranno lo stesso design borderless, almeno secondo Forbes (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Su GearBest ci sono cuffie con cancellazione del rumore a 24€ e un simil-DJI Spark da 220€

Continuano a fioccare le offerte su GearBest, lo store cinese che praticamente ogni giorno mette a rischio i vostri risparmi. Oggi lo fa, oltre che con la classica valanga di smartphone, con qualche gadget più particolare.

Oltre alla versione 2017 del Mi Notebook Air da 13″, trovate infatti un fidget spinner con speaker Bluetooth integrato, da appena 1,70€, cuffie auricolari con cancellazione del rumore attiva a buon prezzo e un drone che punta alla sfida con DJI Spark, registrando fino in 4K.

LEGGI ANCHE: Come usare i coupon di GearBest

Insomma la scelta certamente non manca e chi vuole approfondire può continuare con la lista qui sotto, ricordando però che le spedizioni di GearBest partono dalla Cina.

Migliori offerte e coupon GearBest 2 agosto 2017

Fidget Spinner Bluetooth Speaker

1.71€

Con il coupon SPMUIT. Colore blu.

Sensore movimento Xiaomi

11.16€

sony-dsc-rx100m4Lenovo HW01

16.32€

sony-dsc-rx100m4Samsung EVO Plus 64 GB

18.89€

Con il coupon SD64IT. Solo 50 pezzi.

Elephone ELE Whisper

24.05€

Cuffie con cancellazione del rumore. Offerta lampo.

sony-dsc-rx100m4Xiaomi mijia 1080P

26.63€

Con il coupon MIIPCIT. Solo 40 pezzi.

Superlux HD662 EVO

30.07€

Con il coupon HD662.

Mini PC Z83V

77.32€

Con il coupon GBZ83V. Intel X5-Z8350, 3 GB di RAM, 32 GB di spazio. Windows 10 pre-installato.

sony-dsc-rx100m4Xiaomi Redmi 4X

106.54€

RECENSIONE

Con il coupon GRMI4XIT. Versione Global, 32 GB con banda 20, color oro. Solo 20 pezzi.

sony-dsc-rx100m4Xiaomi Redmi Note 4

120.29€

RECENSIONE

Con il coupon MNOTEIT. Valido dalle 13. Versione Global, 32 GB con banda 20. Solo 50 pezzi.

sony-dsc-rx100m4ILIFE V7S Pro

140.05€

Con il coupon ILIFEV7SPRO.

sony-dsc-rx100m4Xiaomi Redmi Note 4

171.84€

RECENSIONE

Con il coupon N4GLB. Versione Global 64 GB, con banda 20.

Drone “selfie” Dobby

220.82€

Con il coupon DOBBYIT. Video fino a 4K a 30 fps, foto da 13 megapixel.

sony-dsc-rx100m4Lenovo ZUK Z2 Pro

226.83€

RECENSIONE

Con il coupon LZUKZ2. Versione 128 GB, alimentatore con spina cinese. Da magazzino HK-2.

sony-dsc-rx100m4Xiaomi Mi Notebook Air 12

472.58€

RECENSIONE

Con il coupon MIAIR256. Versione con SSD da 256 GB.

sony-dsc-rx100m4Xiaomi Mi Notebook Air 13

771.59€

RECENSIONE

Con il coupon NEWMIAIR13. Nuova versione con Kaby Lake e lettore impronte digitali. In pre-ordine.

Nota: se il prezzo dovesse differire da quello indicato nell’articolo è a causa del fatto che i pezzi in promozione sono esauriti o l’offerta a tempo scaduta.

L'articolo Su GearBest ci sono cuffie con cancellazione del rumore a 24€ e un simil-DJI Spark da 220€ sembra essere il primo su AndroidWorld.

Meizu Pro 7, la recensione (foto e video)

Meizu ha lanciato la scorsa settimana, durante un evento internazionale in Cina, i suoi due nuovi top di gamma Pro 7 e Pro 7 Plus. Iniziamo recensendo Pro 7 lo smartphone più compatto fra i due.

LEGGI ANCHE: Recensioni Meizu

Confezione

La confezione di Meizu Pro 7 è particolare. Si apre dall’alto ed è tagliata in diagonale. All’interno troviamo un alimentatore per la ricarica rapida 12V/2A, un cavo USB-USB Type-C e una pratica custodia in plastica trasparente rigida.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

Una delle cose che più stupisce di Meizu Pro 7 è la sua eccellente qualità costruttiva. La nostra variante era quella nera opaca metallica, liscia al tatto. In mano è come avere a che fare con una pietra levigata e vi troverete a farlo scorrere con piacevolezza fra le vostre mani. I tasti fisici, accensione e volume, si premono molto bene sul lato destro della scocca e nel complesso le stondature sui bordi lo rendono estremamente piacevole da utilizzare quotidianamente. Manca solo la resistenza certificata ad acqua e polvere.

8.0

Hardware

Meizu Pro 7 è sì un top di gamma, ma rispetto alla versione Plus, che include anche il nuovo ed esclusivo processore Helio X30, questo è sicuramente più vicino alla fascia media. Abbiamo infatti un processore octa core Helio P25 da 1,6 GHz e una GPU Mali T880MP2. La RAM ammonta a ben 4 GB e la memoria interna arriva fino a 64 GB, purtroppo non espandibile. Il carrellino estraibile in metallo infatti contiene gli alloggiamenti solo per le due nanoSIM. Bene la connettività: abbiamo il Wi-Fi a doppia banda a/b/g/n, il Bluetooth 4.2 e sopratutto l’LTE fino a 300 Mbps compatibile con tutte le bande italiane (comprese quella da 800 MHz). Manca invece purtroppo il chip NFC.

Presente sulla parte frontale un led di notifica (un po’ piccolo ma si vede bene) e sulla parte inferiore troviamo invece il lettore di impronte digitali: molto preciso e rapido nel riconoscimento e nello sblocco. Può anche essere utilizzato per accedere ad una modalità privacy e per bloccare alcune singole applicazioni. Lo speaker è mono ed è posizionato in basso: buona la qualità e volume leggermente superiore alla media.

8.0

Fotocamera

Le fotocamere principali sono due 12 megapixel ƒ/2.0, di cui una a colori e una in bianco e nero. È la stessa “filosofia” che avevamo già visto su altri smartphone della concorrenza. L’idea è quella di catturare più luce con il sensore in bianco e nero (visto che manca il filtro del colore) e utilizzare questi dati per rendere più nitida la foto a colori. Difficile capire quanto questo processo sia davvero efficace, quello che invece abbiamo avuto modo di vedere è che il risultato finale è stato decisamente buono. Non è la miglior fotocamera in circolazione, ma l’interfaccia semplice e chiara vi permetterà di fare foto di buoni livello, usufruendo anche di alcune funzionalità interessanti, come la modalità GIF, il timelapse o la modalità manuale. Il miglior modo di sfruttare la doppia fotocamera è però quello della modalità sfocatura. L’effetto non sempre è perfetto e se l’inquadratura è “complicata” si nota un certo livello di artificiosità. Meglio essere gli unici in primo piano davanti all’inquadratura.

Il display posto sul retro permette poi di utilizzare la doppia fotocamera (e anche la sua modalità sfocatura) anche per scattarsi notevoli selfie, inquadrandosi direttamente con lo schermo sul retro. Molto buona anche la fotocamera frontale da 16 megapixel, che diventa passa però in secondo piano, potendosi scattare selfie anche con la doppia camera principale. Peccato per l’assenza dell’HDR automatico (che avrebbe sicuramente migliorato alcuni scatti) e per qualche foto un po’ più spenta quando c’è meno luce. I video vengono registrati fino alla risoluzione di 4K, ma nel nostro sample il firmware si fermava a 1080p. La qualità video è discreta, ma in certi contesti si sente la mancanza di uno stabilizzatore.

SAMPLE: FotoVideo

8.5

Display

Meizu Pro 7 è dotato di un display da 5,2 pollici Full HD (1920 x 1080 pixel) in tecnologia SuperAMOLED. Alla prima accensione ci è sembrato un po’ “smorto”, ma tramite le varie modalità del display (settandolo su quella “colorata”) abbiamo ottenuto un risultato più vicino ai nostri gusti e allo standard della media degli smartphone. Niente vieta però che utilizziate l’impostazione standard, probabilmente più fedele. La luminosità è buona, la regolazione automatica funziona bene e nel complesso siamo rimasti positivamente colpiti da questo schermo.

Pro 7 è poi dotato di un secondo schermo da 1,9 pollici con risoluzione 356 x 240 pixel posto sul retro. Le conclusioni sono simili a quelle del display frontale, ed essendo anche lui AMOLED risulta sempre brillante.

8.0

Software

La versione da noi testata di Meizu Pro 7 aveva all’interno la versione 6.1.3.0G della FlyMe basata (finalmente) su Android Nougat 7.0. Si tratta di un firmware tutt’altro che definitivo e alcune funzioni risultano ancora disabilitate. Abbiamo però provato anche la versione cinese (più avanzata dal punto di vista delle funzionalità) e benché non possiamo mostrarvela durante la recensione possiamo usarla come punto di riferimento. Le funzionalità intrinseche alla FlyMe sono più o meno le stesse delle precedenti versioni. Abbiamo il tasto centrale multifunzione (grazie alle gesture), la modalità semplice, i temi, la modalità per preservare la vista, la modalità non disturbare e una nuova modalità gioco che massimizza le performance e minimizza le distrazioni (notifiche e tocchi involontari). Il software è sempre reattivo e non abbiamo mai notato rallentamenti degni di nota. Peccato per l’assenza della modalità multiwindows.

Per attivare lo schermo posteriore basterà ruotare il telefono o dare due leggeri tocchi. Verrà mostrata l’ora e scorrendo lateralmente potrete vedere anche il meteo e il contapassi. Al momento l’unica altra interazione riguarda la possibilità di scattare foto, che da sola vale buona parte del funzionamento del secondo schermo. Abbiamo poi avuto modo di provare l’implementazione di una animazione (dove potrete caricare anche le vostre GIF) e le notifiche. Difficile sbilanciarsi sul lungo periodo sull’utilità di un secondo schermo, ma ci sono comunque alcune funzioni che ve lo faranno apprezzare, senza dover quindi “sforzarvi” di utilizzarlo.

8.0

Autonomia

La batteria da 3000 mAh ci ha stupito in positivo e ci ha portato alla fine della giornata senza problemi anche con un utilizzo stress. Non riuscirete però a completare una seconda giornata, neanche con un utilizzo medio.

Prezzo

Il prezzo di Meizu Pro 7 per il nostro paese non si conosce ancora. Considerando il prezzo di circa 360€ in Cina possiamo ipotizzare 400€ o poco più per il nostro paese. Aggiorneremo l’articolo (ed i voti) quando si conoscerà il prezzo definitivo.

Foto

L'articolo Meizu Pro 7, la recensione (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il prossimo wearable di Samsung sarà un ibrido: fitness tracker e smartwatch insieme

Nonostante in rete ci fosse già chi sperava in un ipotetico Gear S4, il prossimo dispositivo indossabile di Samsung non sarà (solo) un uno smartwatch.

Si parla, infatti, di un dispositivo ibrido, in grado di di mescolare il meglio di un orologio intelligente con le caratteristiche tipiche di un fitness tracker. Queste informazioni arrivano da un sondaggio condotto tra gli iscritti al programma SmartLab Plus, dove l’azienda coreana avrebbe affermato che il prossimo wearable avrà alcune delle migliori funzioni di Gear S3, ma anche tutta l’attenzione per il fitness di Gear Fit 2.

Secondo quanto riportato, questo dispositivo indossabile avrà l’aspetto di uno smartwatch, avrà dimensioni ridotte e la possibilità di sostituire i cinturini. Inoltre, dovrebbe essere completamente impermeabile.

LEGGI ANCHE: Recensione Gear S3

Infine, si parla di una nuova interfaccia (con widget per tenere sott’occhio le proprie attività sportive) e funzione per notificare all’utente se è inattivo da troppo tempo.

Purtroppo non ci sono ancora informazioni su quando il prodotto verrà lanciato, né tanto meno se questo ibrido inaugurerà una nuova linea di dispositivi (con relativa nomenclatura) o verrà lanciato con il marchio Gear.

L'articolo Il prossimo wearable di Samsung sarà un ibrido: fitness tracker e smartwatch insieme sembra essere il primo su AndroidWorld.

OnePlus vi prepara all’arrivo di una nuova colorazione per OnePlus 5 (foto)

Mentre OnePlus 5 in versione da 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna è disponibile all’acquisto sullo storie ufficiale, l’azienda cinese è alle prese con una nuova immagine teaser, che allude ad una possibile nuova colorazione in arrivo per OnePlus 5.

Già a pochi giorni dal lancio ufficiale, era circolata una notizia riguardante una possibile variante di colore oro – ad unirsi alle già in catalogo Midnight Black e Slate Gray – passata dalla certificazione TENAA in Cina. Ora è OnePlus stessa a suggerire l’imminente arrivo di una nuova colorazione e tutti fa pensare che la scelta possa ricadere proprio su una tonalità oro.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5 si aggiorna introducendo l’EIS anche per i video 4K

OnePlus 3T, il predecessore dell’ultimo top di gamma dell’azienda, presentava già una colorazione oro, chiamata Soft Gold. Secondo le indiscrezioni, la colorazione oro di OnePlus 5 potrebbe chiamarsi Mint Gold – che potrebbe sancire una differente tonalità rispetto al passato, oppure no.

In rete ci si interroga anche se questa nuova variante porterà in dote anche novità dal punto di vista hardware, in particolare sui tagli di memoria. Attualmente in catalogo sono previsti i tagli da 6/64 e 8/128, il primo in colorazione grigia e il secondo nera. Potrebbe quindi essere che un’eventuale variante oro porti anche una nuova scelta nei tagli di memoria, magari da 6/128 oppure 8/256. Siamo però soltanto nel campo delle speculazioni, solo OnePlus saprà chiarisci questi dubbi, non appena svelerà ufficialmente la novità che ha in serbo.

L'articolo OnePlus vi prepara all’arrivo di una nuova colorazione per OnePlus 5 (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Wind proroga Smart 7 Star con 1000 minuti e 15 GB a 7€ (Aggiornato)

Wind proroga le offerte dedicate a chi vuol cambiare gestoree ed eseguire portabilità verso l’operatore arancione: in particolare, è stata prorogata fino al 31 agosto la possibilità di attivare la Wind Smart 7 Star, probabilmente una delle promozioni più interessanti del gestore.

Si tratta di un’offerta che al costo di 7€ ogni 4 settimane mette a disposizione:

  • 1000 minuti verso tutti
  • 15 GB in LTE

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte Wind

Per richiedere l’attivazione di questa promozione è necessario provenire da TIM o operatori virtuali (escluso PosteMobile), ma è anche possibile richiedere un coupon da questa pagina del sito ufficiale. Ricordiamo, inoltre, che l’opzione è compatibile con Porta un amico.

Aggiornamento02-08-2017 ore 12.00

L’opzione Wind Smart 7 Star è nuovamente disponibile e può essere richiesta fino al 31 agosto.

L'articolo Wind proroga Smart 7 Star con 1000 minuti e 15 GB a 7€ (Aggiornato) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Ancora un’immagine teaser per ASUS Zenfone 4, a due settimane dalla presentazione

ASUS ha finalmente fissato un evento per il 19 agosto a Taiwan, dove con ogni probabilità svelerà tutta la lineup della nuova serie Zenfone 4. Per continuare a solleticare la curiosità dei suoi fan, l’azienda ha rilasciato un’altra immagine teaser, dopo quelle pubblicate qualche settimane fa.

Nell’immagine, Zenfone 4 è impugnato da Gong Yoo – attore coreano molto celebre in gran parte dei paesi orientali – nell’atto di scattare una fotografia. Non è infatti un segreto che la caratteristica principale di gran parte (se non tutti) dei modelli della nuova gamma sarà rappresentata dal doppio sensore fotografico posteriore.

LEGGI ANCHE: ASUS Zenfone 4 potrebbe arrivare in due varianti differenti

ASUS quindi continua ad alimentare l’hype sulla qualità fotografica dei suoi prossimi smartphone. Nell’augurio che i fatti saranno in grado di mantenere le alte aspettative generate, continuiamo ad attendere la presentazione ufficiale, di cui vi sveleremo tutti i dettagli. Per cui, rimanete collegati sulle nostre pagine.

L'articolo Ancora un’immagine teaser per ASUS Zenfone 4, a due settimane dalla presentazione sembra essere il primo su AndroidWorld.

Lo smartphone Vivo con lettore di impronte sotto al display potrebbe chiamarsi Xplay 7 (foto)

Vivo è un’azienda produttrice di smartphone di grande successo in Cina, dove è stabilmente nella classifica dei migliori produttori per dati di vendita. In Occidente tuttavia, non è molto conosciuta, anche i canali di importazione si interessano poco ai modelli che produce, considerandoli di scarso appeal per il nostro mercato. Nonostante ciò, di recente è salita alla ribalta globale grazie alla collaborazione con Qualcomm per il primo lettore di impronte digitali posizionato sotto al vetro del display, implementato proprio su uno smartphone Vivo.

Per la dimostrazione video (che vi lasciamo nuovamente sotto a questo articolo) era stato impiegato un Vivo Xplay 6 modificato per l’occasione, tuttavia non era un mistero che il produttore cinese fosse al lavoro per un nuovo modello che implementasse la nuova tecnologia nativamente. Secondo alcune immagini trapelate dalla Cina, lo smartphone in questione potrebbe chiamarsi Xplay 7.

LEGGI ANCHE: Il lettore di impronte sotto allo schermo di Samsung avrebbe causato problemi al display

Le immagini mostrano chiaramente la possibilità di sbloccare il dispositivo posizionato il dito nella parte inferiore del display, funzione evidenziata anche dall’icona dell’impronta digitale sulla schermata. Viene mostrato anche il retro dello smartphone, che fa sfoggio di un doppio sensore fotografico orientato in verticale (la terza sagoma circolare dovrebbe contenere il flash, non un terzo sensore fotografico, come ipotizzato da qualcuno).

Le foto non sono corredate da informazioni circa la possibile data di presentazione ed uscita di Xplay 7. Dato che Samsung Galaxy Note 8 non implementerà un lettore di impronte sotto al display, e probabilmente nemmeno iPhone 8, lo smartphone Vivo potrebbe davvero essere il primo ad uscire sul mercato con questa nuova tecnologia. Staremo a vedere i prossimi mesi quali sorprese ci riserveranno.

 

L'articolo Lo smartphone Vivo con lettore di impronte sotto al display potrebbe chiamarsi Xplay 7 (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.