OnePlus 5T arriva nella nuova variante sandstone bianca: ma non vi ricorda qualcosa? (aggiornato: and it’s gone)

La nuova edizione di OnePlus 5T in versione sandstone verrò annunciata ufficialmente solo domani, ma sembra che le informazioni comparse sul sito dello store cinese JD possano già svelare tutti i segreti di questa variante speciale.

Da quanto si può leggere sul sito e dalle immagini allegate, il nuovo 5T con questa particolare finitura sarà disponibile solo in versione con 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna e, sopresa delle sorprese, in colorazione bianca.

Il design e il colore stesso di questo modello ricordano da vicino quelli visti sull’edizione speciale dedicata a Star Wars, somiglianza confermata anche dal pulsante per la sezione delle modalità in colorazione rossa.

LEGGI ANCHE: OnePlus 5T, la recensione

Per ora non è chiaro se la variante sandstone sarà messa in commercio solo in questa colorazione o sarà presente anche la classica versione nera, ma ci sono buone notizie per quanto riguarda il prezzo, che dovrebbe essere simile a quello della versione standard del 5T, dunque intorno ai 559€.

Aggiornamento04/01/2018 ore 16:10

OnePlus 5T Sandstone White è comparso nel sito ufficiale, confermando il prezzo di 559€ ed il fatto che sarà disponibile solo con 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. Al momento però lo smartphone non è disponibile. Le vendite partiranno ufficialmente il 9 gennaio alle ore 10:00.

Potete recarvi sul sito dell’azienda e lasciare la vostra email per essere ricontattati, ma se avete urgenza di prenotarlo prima possibile, vi consigliamo di mettere un promemoria alla data indicata, perché solitamente queste mailing list sono un po’ lente. A seguire trovate il video di presentazione ufficiale.

Aggiornamento09/01/2018 ore 16:30

Sono iniziate un po’ più tardi del previsto, ma sono iniziate. Cosa? Le prime vendite di OnePlus 5T Sandsone White.

Lo smartphone è infatti ora disponibile all’acquisto, nella sola variante con 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna.

Le scorte saranno però senz’altro limitate, quindi se foste interessanti ad accaparrarvi il primo batch, vi conviene approfittarne velocemente.

Aggiornamento10/01/2018 ore 09:00

Sono bastate due ore a OnePlus 5T Sandstone White per far registrare il tutto esaurito, come confermato direttamente dall’azienda.

Indubbiamente un bel successo, considerando che parliamo di uno smartphone da 559€, anche se non conoscendo i volumi di vendita è difficile capirne davvero la portata.

OnePlus è comunque diventata molto brava a “vendersi”, ed ogni sua nuova edizione limitata, che ha sempre accompagnato i vari top di gamma, ha fatto registrare un notevole interesse tra il pubblico. A questo punto viene solo da chiedersi: quale sarà la prossima?

L'articolo OnePlus 5T arriva nella nuova variante sandstone bianca: ma non vi ricorda qualcosa? (aggiornato: and it’s gone) sembra essere il primo su AndroidWorld.

OnePlus 3 e 3T: la nuova Open Beta 29/20 porta in dote l’inedita app Note

Giornata di grandi novità per i dispositivi OnePlus, che a qualche giorno di distanza dal Natale stanno continuando a ricevere dei doni molto graditi. Dopo il nuovo aggiornamento stabile per OnePlus 5T, anche i più anziani OnePlus 3 e 3T stanno per ottenere una nuova versione software Open Beta.

Nella fattispecie, si tratta delle nuove Open Beta 29 per OnePlus 3 ed Open Beta 2o per OnePlus 3T, di cui trovate il changelog completo a seguire:

Note (Nuova app proprietaria OnePlus)

  • Prendi note in maniere rapida e semplice
  • Condividi note come immagini
  • Widget Memo modificabile sulla schermata Shelf

Quick clipboard

  • Migliorata l’abilità di copia e modifica

Meteo

  • Nuovo widget meteo

File Manager

  • Aggiunta categoria per i file grandi

Sistema

  • Aggiunto toggle per l’attivazione dell’OTG nei Quick Settings
  • Aggiunta notifica quando un’app di terze parti cancella contatti
  • Patch di sicurezza aggiornate a dicembre
  • Bugfix e miglioramenti generali

LEGGI ANCHE: OnePlus 5T sta per ricevere la Beta di Oreo

Per gli iscritti al programma Beta, la nuova versione arriverà automaticamente nei prossimi giorni tramite aggiornamento OTA, mentre se volete prendere parte a tale programma o volete scaricare manualmente l’ultima build disponibile, trovate tutte le informazioni sulla pagina dedicata del forum a questo indirizzo.

L'articolo OnePlus 3 e 3T: la nuova Open Beta 29/20 porta in dote l’inedita app Note sembra essere il primo su AndroidWorld.

Wind Tre promette il doppio della velocità della sua rete mobile e continua ad investire sul 5G

Ad un anno dal matrimonio tra Wind e 3 Italia, la nuova società Wind Tre sta continuando a lavorare alacremente per mantenere le promesse fatte ai propri clienti, soprattutto quelle riguardo alla nuova rete super veloce frutto della fusione delle due precedenti.

Stefano Takacs, Responsabile Network Engineering di Wind Tre, ha rilasciato un’intervista al sito AGR nel quale ha fatto il punto sia su questi che su altri lavori in progetto. La prima città a sfruttare le nuove tecnologie sarà Trieste, ma successivamente l’aumento di performance della nuova rete sarà esteso ad altre città in tutta Italia.

Il processo di consolidamento comporta principalmente la fusione delle due reti, Wind e 3. Ma non è solo questo: rappresenta, infatti, un’opera di modernizzazione perché stiamo cambiando gli apparati radio con quelli ZTE di ultima generazione e questo comporta miglioramenti sensibili in termini di performance. In pratica, viene aumentata la copertura 3G e 4G, soprattutto negli ambienti indoor, e, combinando insieme le frequenze di Wind e di 3, riusciamo a incrementare anche la velocità di trasmissione dati in modo eccellente. Trieste rappresenta la prima città dove siamo partiti con la nuova rete ed è stata scelta sia perché rappresenta, in proporzione, un’alta quota nazionale sia per i rapidi tempi necessari a reperire i vari permessi. Ora a Trieste le performance riscontrate sono più del doppio rispetto a prima.

I passi successivi dovrebbero portare le novità di Wind Tre a breve ad Agrigento e, a seguire, Ascoli Piceno, Modena e Bologna, fino ad arrivare anche a Milano e Roma nel 2018.

LEGGI ANCHE: 5G in Italia, come siamo messi?

La già citata fusione delle reti precedenti rappresenta solo un primo passo rispetto al processo di modernizzazione della società, che si consoliderà nei prossimi anni con l’avvento del 5G. Wind Tre è già al lavoro per l’inizio delle prime sperimentazioni a Prato e L’Aquila, collaborando anche con importanti player del settore telecomunicazioni come Qualcomm, ZTE e Open Fiber.

Una iniziativa importante, che utilizza un nuovo concetto di business model, attraverso le collaborazioni con enti di ricerca e importanti Università per fornire servizi utili ai cittadini. Ci sono, ad esempio, servizi di smart city con sensori di controllo per luce e traffico. Con Enel attiveremo il controllo dei consumi di acqua e elettricità. A L’Aquila ancora servizi su infrastrutture per stabilire la capacità di resistenza delle nuove abitazioni realizzate post terremoto. I campi di applicazione sono innumerevoli: nella diagnostica da remoto in ambito sanitario con l’e-health, nel campo culturale con la realtà aumentata, nel l’agroalimentare, nella security, nella viabilità, eccetera. Servizi che traggono vantaggio dal 5G, che ha tre caratteristiche distintive: una banda di trasmissione con velocità maggiore, una bassa latenza e l’utilizzo massivo dell’IoT. Tutto questo ha un impatto importante e migliorativo sulla qualità di vita dei cittadini e nel mondo business, permettendo alle imprese di lanciare servizi sempre più evoluti.

Ulteriori progetti sono in sviluppo anche per quanto riguarda la rete fissa e, soprattutto, le nuove connessioni casalinghe con velocità Gigabit. Nel corso dei prossimi anni tali tecnologie saranno rese disponibili in altre parti d’Italia, fornendo ad una fetta di popolazione sempre più ampia i servizi ad essa collegati.

Con il partner Open Fiber siamo attivi già in una quindicina di città, ma abbiamo un accordo per completare la presenza in 271 centri nei prossimi anni. A tutti andremo ad offrire una connessione con velocità fino a 1 Gigabit al secondo. L’obiettivo è abbattere il digital divide che insiste ancora nel nostro Paese, anche perché rispetto al resto d’Europa siamo partiti un po’ in ritardo ma stiamo recuperando. La priorità è quella di stare sempre dalla parte dei cittadini con servizi utili e performanti. Per la gestione del 5G, che definisco ‘business driven’ piuttosto che ‘technology driven’, ci avvaliamo di infrastrutture con tecnologia ZTE e di applicazioni che arrivano dal mondo italiano, grazie alle partnership con enti, Università e imprese del territorio per testare nuovi servizi, come richiesto dal Ministero nell’ambito della sperimentazione 5G. E, in questo, come Paese siamo i primi in Europa.

LEGGI ANCHE: Wind Tre: al lavoro sulla migliore rete d’Italia

Tanta carne al fuoco, dunque, con davanti una sfida importante sia per Wind Tre che per i suoi partner. Dopo la fusione, il nuovo operatore è diventato il primo in Italia per numero di clienti, che solo tra qualche anno potranno sfruttare concretamente tutte le tecnologie già in test nei prossimi mesi.

L'articolo Wind Tre promette il doppio della velocità della sua rete mobile e continua ad investire sul 5G sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy S7 e S7 edge: già in rilascio le nuove patch di dicembre (aggiornato: anche in Italia)

Anche se i più recenti Galaxy S8 hanno iniziato a ricevere solo da qualche giorno le patch di novembre, ci sono dispositivi Samsung che stanno già aggiornandosi con quelle di dicembre. Si tratta dei più anziani Galaxy S7 e S7 edge, per il quale l’azienda coreana ha già avviato il rollout del nuovo aggiornamento anche in alcuni Paesi europei.

Le nuove patch di sicurezza di Google datate 1° dicembre 2017 sono già state avvistate sulle variante di S7 dedicate al mercato USA e a quello tedesco, ma potrebbero presto arrivare anche in altre regioni del mondo, Italia compresa.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S7, la recensione

Dunque, se avete un S7 o un S7 edge ed avete già ricevuto la notifica del nuovo aggiornamento OTA, fatecelo sapere nei commenti o nell’apposita pagina di segnalazione del nostro sito.

Aggiornamento28-12-2017 ore 10:50

Il nuovo aggiornamento con le patch di dicembre sembra essere finalmente sbarcato anche in Italia.

Come potete vedere dagli screenshot riportati nella galleria a fine articolo, il peso è di soli 25,60 MB, dunque oltre alle patch già citate non ci dovrebbero essere particolari cambiamenti.

Potete già controllare manualmente la presenza della nuova versione software nell’apposita sezione delle impostazioni, altrimenti bisognerà attendere solo qualche giorno prima di ricevere la relativa notifica.

L'articolo Galaxy S7 e S7 edge: già in rilascio le nuove patch di dicembre (aggiornato: anche in Italia) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy S9 e S9+ potrebbero arrivare sul mercato già all’inizio di marzo

Un nuovo report proveniente dalla Corea del Sud ci dà l’ennesima conferma di quello che, in realtà, già da molti mesi ipotizziamo: i nuovi Galaxy S9 e S9+ arriveranno prima del solito, con un anticipo di qualche settimana rispetto alla data di lancio dei modelli precedenti negli anni scorsi.

Secondo i ben informati, infatti, una possibile data per la presentazione ufficiale potrebbe essere il prossimo 25 febbraio, mentre la commercializzazione sui principali mercati potrebbe avvenire già all’inizio di marzo. Ma il bello non finisce qui.

Ci sono ulteriori informazioni anche per quanto riguarda l’hardware, che si preannuncia ancora più interessante del previsto. Sulla gamma S9 sarà utilizzata una scheda madre con componenti impilati, realizzata con tecnologia SLP (Substrate Like PCB). Tale struttura, la stessa usata anche sul nuovo iPhone X, dovrebbe consentire di risparmiare spazio per inserire altri componenti, e magari si potrebbe optare per una batteria più grande.

Ancora conferme anche per la nuova dual-cam, che dovrebbe essere utilizzata solo sulla variante S9+, e sul nuovo scanner per il riconoscimento dell’iride, che avrà una particolarità abbastanza curiosa: su S9 sarà unito alla fotocamera frontale, per risparmiare spazio, mentre su S9+ i due componenti saranno separati ed ognuno avrà il suo posto.

LEGGI ANCHE: Galaxy S9+ passa da Geekbench

Inoltre, visto che sarà la divisione Samsung Electro Mechanics ad occuparsi del comparto fotocamera, è molto probabile che su S9 possano essere utilizzati nuovi sensori d’immagine sia sul posteriore che sull’anteriore, andando a migliorare ulteriormente le già ottime capacità fotografiche della serie S di Samsung.

Non ci resta, dunque, che attendere le prossime settimane per saperne di più e, come detto, quest’anno l’attesa potrebbe essere anche minore del previsto.

L'articolo Galaxy S9 e S9+ potrebbero arrivare sul mercato già all’inizio di marzo sembra essere il primo su AndroidWorld.

Huawei e Nokia si accordano sui brevetti: nuova collaborazione pluriennale tra le due società

Dopo gli accordi già presi con importanti protagonisti del settore smartphone come LG, Apple, Samsung e Xiaomi, ci sono ancora novità sulle strategie dirigenziali di Nokia. L’azienda finlandese, ora di proprietà della cinese HMD Global, ha stretto una nuova collaborazione con Huawei relativa all’utilizzo dei propri brevetti, che porterà un nuovo flusso di liquidità nelle casse della società.

Sebbene non siano state rilasciate dichiarazioni specifiche in merito, sembra che l’accordo riguardi brevetti relativi a dispositivi di rete e telecomunicazioni, settore nel quale Nokia continua a detenere un ruolo importante nel panorama mondiale.

L’azienda finlandese inizierà a contabilizzare le entrate fornite da Huawei già dal quarto trimestre di quest’anno, ma la collaborazione ha durata pluriennale, dunque ci sarà modo di ottenere un buon guadagno anche nei prossi trimestri. Le stime parlano di un guadagno di circa 250 milioni di euro all’anno, ma si tratta di dati non confermati ufficialmente.

LEGGI ANCHE: Apple potrebbe dire addio ai chip Qualcomm

La mossa di Huawei potrebbe essere dettata dalla volontà di sfruttare i brevetti Nokia per entrare in ulteriori mercati con i propri prodotti, forti della sicurezza di essere a posto dal punto di vista legale e di poter utilizzare tutte le più moderne tecnologie di rete.

Per Nokia, invece, si tratta dell’ennesima conferma riguardante la potenza del proprio catalogo di brevetti, che riesce ancora a fornire consistenti entrate all’azienda, in attesa che anche il reparto mobile riesca a produrre i risultati sperati.

L'articolo Huawei e Nokia si accordano sui brevetti: nuova collaborazione pluriennale tra le due società sembra essere il primo su AndroidWorld.

Bluboo ne ha fatta un’altra delle sue: ecco il clone di iPhone X (in attesa di quello di Galaxy S9)

Che Bluboo sia esperta di “cloninon lo scopriamo certo oggi, ma il nuovo dispositivo in lavorazione ci ricorda ancora una volta quanto quest’arte possa riuscire a fornire buoni frutti a chi la sa padroneggiare. Ed ecco a voi, dunque, l’inedito Bluboo X, una sfacciatissima copia del più noto iPhone X che sa comunque farsi ammirare per le sue qualità estetiche.

Il clone dell’azienda cinese presenta, infatti, un design ispirato al top gamma di Apple, ma ancora più bilanciato nelle forme e nelle linee. Dai primi render forniti da Bluboo possiamo vedere come la parte frontale somigli moltissimo al nuovo iPhone – notch superiore compresa –, mentre sul retro troviamo una doppia fotocamera posta in posizione centrale, con un incasso verticale in cui il flash si trova al centro.

Il display AMOLED dovrebbe avere una dimensione da 5,99 pollici con risoluzione Full HD+, mentre la fotocamera frontale da 21 MP dovrebbe garantire il supporto al “Face ID” per il riconoscimento facciale. Dentro alla scocca, realizzata in metallo e vetro, dovrebbe trovar posto una batteria da 5.500 mAh, ed è questa l’unica indicazione riguardo all’hardware interno.

LEGGI ANCHE: Il primo clone di iPhone X è di Ulefone

Insomma, questo Bluboo X sembra un dispositivo che potrebbe rivelarsi più interessante del previsto, anche se si tratta pur sempre di un clone. L’azienda cinese non ha ancora rivelato la data di presentazione ufficiale, ma è probabile che presto lo vedremo sul mercato, in attesa di un collega ancora più spudorato: il nuovissimo Bluboo S9, clone del non ancora annunciato Galaxy S9 di Samsung!

L'articolo Bluboo ne ha fatta un’altra delle sue: ecco il clone di iPhone X (in attesa di quello di Galaxy S9) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Magisk 15.0 arriva in versione stabile: il rooting si fa modulare per assecondare Project Treble

Magisk 15.0 è la nuova versione stabile del noto strumento per il modding Android. Lo sviluppatore topjohnwu – nickname del taiwanese John Wu – ha deciso di fare questo bel regalo di Natale a tutti gli utilizzatori della sua app, rendendo ancora più semplice l’ottenimento dei permessi di root sugli smartphone con il sistema Google.

Negli ultimi mesi lo sviluppo si è concentrato principalmente su due fronti. Il primo è quello relativo a Project Treble, il nuovo sistema modulare sviluppato da Big G che ha cambiato le carte in tavola per tutti gli appassionati di modding. Quest’importante modifica alla struttura di Android, arrivata in occasione della presentazione dei nuovi Google Pixel 2, ha costretto lo stesso Magisk a prendere provvedimenti e a diventare esso stesso modulare, adattandosi alla situazione per ottenere la compatibilità coi googlefonini e tutti i modelli successivi.

Il secondo fronte, invece, è relativo alla capacità dello strumento di nascondere le proprie tracce nel sistema, ulteriormente migliorata con la nuova versione. Grazie a questo aggiornamento, sono state eliminati altri file o segnali che possano far riconoscere la presenza di Magisk all’interno del sistema, dunque tutto dovrebbe funzionare ancora meglio rispetto a prima.

LEGGI ANCHE: Il nuovo “Invincible Mode” di Magisk

Inoltre, sempre grazie alla versione 15 sono stati risolti altri bug importanti – come quello del riconoscimento dello stato di crittografia della memoria – e sono state introdotte tante piccole migliorie ed ottimizzazioni.

Per maggiori informazioni sull’aggiornamento, comprese spiegazioni tecniche in merito alle nuove funzionalità citate, potete dare un’occhiata al post originale di topjohnwu su XDA, disponibile a questo indirizzo.

L'articolo Magisk 15.0 arriva in versione stabile: il rooting si fa modulare per assecondare Project Treble sembra essere il primo su AndroidWorld.

Noitel Mobile raddoppia la promo SMILE XMas: 800 minuti e 6 GB a 5€ al mese

Noitel Mobile raddoppia i regali natalizi e propone una nuova versione della sua nota promozione SMILE XMas, disponibile in edizione limitata solo fino al 6 gennaio 2018.

Tutti coloro che attiveranno quest’offerta, sia vecchi che nuovi clienti, pagheranno 5€ al mese (30 giorni) e potranno godere di:

  • 800 minuti verso tutti
  • 6 GB di traffico dati

Il costo di attivazione è di 10€ una tantum. Aggiungendo 1€ in più al costo mensile dell’offerta, è possibile avere anche 100 SMS verso tutti ogni mese.

LEGGI ANCHE: Nuova offerta Rabona Mobile

Come già detto all’inizio, l’offerta SMILE XMas in questa nuova configurazione raddoppiata è disponibile solo fino al 6 gennaio 2018. Per maggiori informazioni, potete visitare la pagina dedicata sul sito ufficiale a questo indirizzo.

L'articolo Noitel Mobile raddoppia la promo SMILE XMas: 800 minuti e 6 GB a 5€ al mese sembra essere il primo su AndroidWorld.

TIM regala un Turbogiga Day al mese per tutti i clienti con tariffe Prime Go

Malgrado il Natale sia ormai passato, TIM non smette di fare regali ai propri clienti. Questa volta i fortunati sono i possessori di offerte della serie Prime Go, che da ora potranno godere dell’attivazione gratuita di Turbogiga Day e navigare gratuitamente per un giorno intero.

Da adesso, tutti i clienti ricaricabile con attiva una promozione TIM Prime Go possono attivare l’offerta Turbogiga Day una volta ogni mese. In questo modo, si possono ottenere 10 GB di traffico dati in 4G da utilizzare fino alla mezzanotte del giorno di attivazione.

Il traffico dati incluso in questa promozione è valido solo per la navigazione in Italia. L’offerta può essere attivata solo se il credito residuo sulla propria SIM è superiore a zero.

LEGGI ANCHE: Migliori Offerte TIM

Oltre a questo, i clienti Prime Go possono continuare ad utilizzare gli altri vantaggi inclusi nel loro pacchetto tariffario, come gli sconti cinema 2×1, chiamate e messaggi illimitati verso un numero TIM a scelta e possibilità di vincere premi e smartphone.

Per maggiori informazioni, potete consultare la pagina dedicata all’offerta sul sito ufficiale dell’operatore a questo indirizzo.

L'articolo TIM regala un Turbogiga Day al mese per tutti i clienti con tariffe Prime Go sembra essere il primo su AndroidWorld.