La fotocamera di Galaxy Note 8 affianca quella di iPhone 8 Plus alla testa della classifica di DxOMark

Quando si tratta di valutare le fotocamere dei dispositivi mobili (e non solo), quella di DxOMark è una delle voci più autorevoli in gioco, e proprio questa voce aveva decretato la netta supremazia di iPhone 8 Plus, alla testa della classifica con ben 94 punti (4 in più di HTC U11 e Google Pixel). Oggi però Galaxy Note 8 è riuscito a scalfire il primato del top di gamma di casa Apple, realizzando a sua volta proprio 94 punti.

Nonostante il punteggio generale in comune, i due dispositivi hanno in realtà mostrato molte differenze nei risultati, che potrebbero essere utilizzati come motivo di vanto da entrambe le parti: Galaxy Note 8 può infatti vantare un sorprendente punteggio di 100 nei test fotografici, che però viene sacrificato dai soli 84 punti realizzati nei test video, ben meno degli 89 totalizzati da iPhone 8.

LEGGI ANCHE: DxOMark ha aggiornato la sua Mobile test suite

La recensione completa evidenzia come un così alto punteggio sia dovuto all’ottima riduzione del rumore di Galaxy Note 8, alla sua capacità di preservare i dettagli nelle immagini, ma soprattutto ad una encomiabile qualità nello zoom, sia tramite lo zoom ottico a 2x sia tramite lo zoom digitale ad ingrandimenti 4x ed 8x.

Chi basa la scelta del proprio smartphone sulla qualità fotografica ha quindi un nuovo punto di riferimento (sempre che non sia troppo interessato ai video), anche se, come evidenzia lo stesso DxOMark, soltanto il tempo potrà dirci quanto questo primato rimarrà imbattuto.

L’articolo La fotocamera di Galaxy Note 8 affianca quella di iPhone 8 Plus alla testa della classifica di DxOMark sembra essere il primo su AndroidWorld.

RHA aggredisce il mercato entry level con gli auricolari MA390 Universal e S500 Universal (foto)

Ricordate RHA T10, gli auricolari ad alta fedeltà che abbiamo recensito un paio di anni fa? Se siete rimasti affascinati da tale soluzione, ma spendere quasi 170€ per un paio di auricolari vi è sempre sembrato troppo, sarete felici di sapere che l’azienda ha deciso di entrare anche nel panorama entry-level, creando due nuovi modelli di auricolari a buon mercato ma comunque votati alla qualità audio.

I prodotti in questione sono i RHA MA390 Universal e i RHA S500 Universal, presentati al pubblico al prezzo rispettivamente di soli 29,95 €39,95 €.

LEGGI ANCHE: Jabra annuncia Evolve 75e, cuffie wireless per l’ufficio con cancellazione del rumore e spia Busylight

Nonostante il prezzo contenuto, RHA ha precisato che in questi auricolari sono stati utilizzati tutti i canoni di design che contraddistinguono i modelli più costosi della compagnia: entrambi sono infatti realizzati in alluminio 6053 e permettono il controllo della riproduzione audio tramite un pannello integrato.

Non sono molte le differenze di specifiche fra i due modelli: ambedue sono capaci di raggiungere una potenza massima di 5mW, e sono contraddistinti da un range di frequenze 16-22.000 Hz. Le MA 390 Universal offrono una sensibilità di 89 dB, mentre le S500 di 100 db, ma ciò che caratterizza maggiormente queste ultime rispetto agli altri modelli è in realtà la dimensione: grazie alle misure estremamente contenute, il modello è infatti pensato per accontentare anche gli utenti che hanno difficoltà a trovare un paio di cuffie realmente comode.

L’articolo RHA aggredisce il mercato entry level con gli auricolari MA390 Universal e S500 Universal (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung ha già cominciato a sviluppare i firmware di Galaxy S9

Lo sviluppo di Samsung Galaxy S9, il prossimo top di gamma della casa coreana, è già cominciato: il noto sito Sammobile ha ottenuto informazioni sui numeri di versione dei firmware, che confermano ancora una volta l’esistenza di due diversi modelli.

Attualmente sono in fase di sviluppo i firmware G960FXXU0AQI5 e G965FXXU0AQI5: anche nel 2018 avremo quindi quasi sicuramente un Galaxy S9 e un Galaxy S9+, rispettivamente contraddistinti dal codice SM-G960 e SM-G965 (Galaxy S8 e S8+ avevano codice SM-G950 e SM-G955).

LEGGI ANCHE: Android Oreo per Samsung Galaxy S8+: ancora indizi da Geekbench

Naturalmente i dettagli sullo smartphone rimangono ancora tutti da svelare, compresa la data in cui il dispositivo sarà mostrato al pubblico: è tuttavia facile immaginare che si dovrà attendere almeno fino a Marzo, mese nel quale fu svelato Galaxy S8, ma se tutte le tradizioni saranno mantenute nei prossimi mesi avremo modo di assistere a numerosi rumor ed anticipazioni.

L’articolo Samsung ha già cominciato a sviluppare i firmware di Galaxy S9 sembra essere il primo su AndroidWorld.

Flashare la ROM Lineage OS non è mai stato così facile, grazie a Lineage Downloader (foto)

lineage-os-final

Chi ha detto che curare il proprio smartphone con una buona dose di modding debba essere un’impresa che porta via tempo e fatica? Se per tenere il vostro dispositivo sempre al passo con i tempi avete scelto la nuova Lineage OS, la ROM nata dalle ceneri di CyanogenMod, potete infatti affidarvi all’applicazione gratuita Lineage Downloader.

Lineage Downloader, come il nome probabilmente vi ha già fatto intuire, è un’app che si occuperà di scaricare ogni volta la build più aggiornata per il vostro dispositivo e, qualora abbiate i permessi di root, perfino di assistervi nel flash di quest’ultima e di altri pacchetti utili come un custom kernel o le Google Apps.

LEGGI ANCHE: 5 tra le migliori app per… il video editing

Lineage Downloader non è uno strumento ufficiale affiliato a Lineage OS, ma nonostante questo sono pochi gli elementi che lo fanno intuire: l’app è infatti caratterizzata da una chiara interfaccia Material e da moltissime opzioni, fra cui spiccano:

  • Presenza di changelog e valutazioni degli utenti alle build;
  • Scelta fra aggiornamenti Delta o interi;
  • Download Google Apps;
  • Flash con zip addizionali e Wipe Cache (opzionale);
  • Flash ad orario programmato (solo versione ad-free)
  • Backup automatico (solo versione ad-free)

Download gratuito

Lineage Downloader è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarla sul vostro smartphone, e tuffarvi subito nel mondo LineageOS, cliccando sul badge per il download che trovate a seguire. Per 2,32 €, invece, potete acquistare la versione AdFree e sbloccare anche le funzionalità aggiuntive.

Google Play Badge

L’articolo Flashare la ROM Lineage OS non è mai stato così facile, grazie a Lineage Downloader (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Qualcomm spinge sulla realtà virtuale con Snapdragon 835 e un kit di sviluppo

qualcomm-final

Il mondo degli smartphone è indubbiamente quello che ha fatto la fortuna dei processori Snapdragon, ma questo non significa che Qualcomm abbia intenzione di limitarsi ad esso: lo Snapdragon 835, che quest’anno darà vita ai principali top di gamma sul mercato, sarà infatti anche protagonista di un esperimento del produttore focalizzato sulla realtà virtuale.

All’interno del suo ultimo processore Qualcomm ha infatti inserito molte caratteristiche che lo rendono perfetto per la realtà virtuale, come sei gradi di libertà per la rilevazione del movimento e una latenza motion-to-photon (ovvero il ritardo che intercorre fra un movimento e lo stesso sullo schermo) ridotta a 15 ms.

LEGGI ANCHE: Samsung C-Lab: ecco i nuovi esperimenti per realtà virtuale ed aumentata

Ora viene però anche il momento di mettere a frutto tutte queste potenzialità, e per farlo il produttore ha realizzato un kit per sviluppatori, che comprenderà un visore equipaggiato con Snapdragon 835 e un software di sviluppo ottimizzato per sfruttarlo al massimo.

Ecco le principali caratteristiche tecniche del visore:

  • Display: WQHD AMOLED 2560×1440;
  • Rilevamento del movimento con sei gradi di libertà relizzato tramite:
    • Due fotocamere monocromatiche con lenti fish-eye (1280×800);
    • Sensore IMU integrato (giroscopio, accelerometro, bussola magnetica;
  • Tracciamento degli occhi: tramite due fotocamere monocromatiche VGA;
  • 4 GB DRAM LPDDR4;
  • 64 GB di memoria interna;
  • Connectività: Wi-Fi, Bluetooth ed USB3.1 type C (per alimentazione);
  • Audio: Integrated Qualcomm Aqstic™ audio codec (WCD9335);
  • Trackpad sul lato destro del visore.

Le potenzialità del visore saranno probabilmente già mostrate nella prossima settimana, in contemporanea alla Game Developers Conference di San Francisco e al Mobile World Congress di Barcellona. Il dispositivo non è purtroppo pensato per il grande pubblico, ma se il kit di sviluppo e l’HMD Accelerator Program (pensato da Qualcomm per facilitare la produzione di prodotti VR) funzioneranno a dovere, presto potremo vederne i risultati in moltissimi nuove alternative per la realtà virtuale.

L’articolo Qualcomm spinge sulla realtà virtuale con Snapdragon 835 e un kit di sviluppo sembra essere il primo su AndroidWorld.

Gif Recipes, le migliori ricette flash a portata di app (foto)

gif-recipes-head

Se siete iscritti a qualche social network (uno qualunque), è praticamente impossibile che siate finora riusciti a scorrerne le pagine senza imbattervi in qualche “ricetta flash”. Queste ricette, che attraverso una GIF o un brevissimo video riassumono la preparazione di gustosi piatti di ogni tipo, sono infatti sempre più popolari e vengono condivise molto di frequente.

Proprio per questo, esistono naturalmente molte pagine che le raccolgono, e alle quali potete rivolgervi per saziare le vostre ambizioni culinarie: se però preferite un modo più ordinato ed efficace, sul Play Store trovate l’app gratuita Gif Recipes.

Piatti per tutti i gusti

Gif Recipes, come potete intuire dal nome, è esattamente l’app che ogni amante di questi brevi ricette desidera: attraverso di essa potrete infatti sfogliare un ampio database di piatti, la cui preparazione è mostrata da GIF animate.

LEGGI ANCHE: Migliori App Android Lifestyle e Hobby

I pregi di quest’app si apprezzano sia in fase di ricerca di una ricetta, che durante la sua preparazione: nel primo caso potrete infatti avvalervi sia di una funzione di ricerca testuale, sia della possibilità di sfogliare i piatti presenti per tipologia, cultura o ingrediente principale. Per preparare il vostro pasto, invece, non dovrete più affidarvi solo al video, ma potrete anche sfruttare un più affidabile elenco di ingredienti e istruzioni scritte per quasi ogni ricetta.

Download gratuito

Gif Recipes è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarla sul vostro smartphone o tablet cliccando sul badge per il download che trovate a seguire.

Google Play Badge

POTREBBE INTERESSARTI: Come installare manualmente il Play Store su tutti i dispositivi Android

L’articolo Gif Recipes, le migliori ricette flash a portata di app (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Keyboard 69, la tastiera che fonde la digitazione con swipe e a due mani (foto e video)

keyboard-69-1

La scrittura su smartphone divide gli utenti in due gruppi specifici: chi sfrutta per la digitazione entrambe le mani, e chi invece usa una mano sola, mettendo a frutto la velocità della digitazione tramite swipe.

Molte tastiere, come la famosissima Swiftkey, cercano di accontentare entrambe le categorie offrendo efficacia in entrambe le possibilità, ma utilizzandole vi troverete comunque a scegliere fra un metodo e l’altro, al limite cambiando parola dopo parola. Keyboard 69, invece, offre un metodo di scrittura ibrido decisamente originale.

Le mani sono davvero libere

Spiegare come funziona la scrittura con Keyboard 69 è davvero difficile (per comprenderlo appieno vi conviene provare l’applicazione), proprio perché abbastanza lontano da qualunque alternativa si sia vista finora. All’interno di una stessa parola, infatti, potrete sfruttare in modo misto swipe e tap singoli, ad esempio per velocizzare il passaggio fra le lettere vicine fra loro, e aggiungere quelle più lontane senza bisogno di disegnare sullo schermo tratti innaturali per un singolo trascinamento.

LEGGI ANCHE: SwiftKey rende gratuiti i suoi temi

Questa caratteristica fa sì che per abituarsi a Keyboard 69 sia necessario un po’ di esercizio, fortunatamente supportato da un apposito tutorial presente nell’app, che vi insegnerà a sfruttare al massimo le gestures. Una volta presa l’abitudine, però, potrete eliminare i “salti” innaturali che finora vi hanno impedito, soprattutto sugli schermi più grandi, di usare con successo la digitazione con trascinamento.

Download gratuito

Keyboard 69 è ancora in fase di sviluppo, e l’arrivo della versione finale dell’app non è previsto per prima del 2018. Tuttavia, installando la versione alpha sul vostro smartphone potrete già cominciare ad esercitarvi (anche se dovrete rinunciare alle previsioni in lingua italiana) e arrivare al lancio finale già pronti per sfruttare al meglio il nuovo metodo di scrittura.

Google Play Badge

L’articolo Keyboard 69, la tastiera che fonde la digitazione con swipe e a due mani (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Studiate qualunque argomento con le lezioni di Khan Academy (foto)

khan-academy-head

Vi piace studiare, ma non avete tempo o modo di frequentare lezioni sul vostro argomento preferito? Avete bisogno di un ripasso prima del vostro esame all’università, di una interrogazione o di un test di ammissione? Non preoccupatevi: qualunque sia l’argomento, potete farvi aiutare da Khan Academy!

Khan Academy, come probabilmente avete già intuito, è infatti un’applicazione gratuita, disponibile per Android ed iOS, all’interno della quale potrete trovare moltissime lezioni video per gli argomenti più disparati, utili per consolidare conoscenze già in vostro possesso o perfino per avvicinarsi da zero ad un nuovo argomento che stuzzica la vostra curiosità.

Una scuola in tasca vostra

Utilizzare Khan Academy è davvero facile, perché tutto quello che dovrete fare sarà aprire l’app e sfogliare le materie presenti: l’unico rischio è quello di perdersi fra le moltissime opportunità presenti, dato che all’interno di questa “scuola virtuale” troverete dalla matematica all’economia, passando per musica, informatica e storia dell’arte (e molto altro).

LEGGI ANCHE: Udemy – Corsi sul vostro smartphone

Khan Academy non è però la solita app all’interno della quale sono gli utenti stessi a creare le lezioni, garantendo così un ampio numero di argomenti coperti, a rischio però della qualità: in quest’applicazione i video sono curati da professionisti, e l’app vanta infatti fra i propri collaboratori istituti del calibro di MOMA o Stanford School of Medicine.

Nonostante la sua semplicità, Khan Academy include molte funzioni interessanti, come:

  • Lezioni video su moltissimi argomenti;
  • Trascrizioni dei testi dei video;
  • Programmi per ammissioni ai college o test di certificazioni;
  • Esercizi e quiz interattivi;
  • Possibilità di creare un account per sincronizzare i propri progressi

Download gratuito

Khan Academy è disponibile gratuitamente per dispositivi Android ed iOS, ma purtroppo i corsi al suo interno sono interamente in lingua inglese: se non avete problemi con questa limitazione, potete scaricare l’applicazione sui vostri smartphone o tablet cliccando sui badge per il download che trovate a seguire.

Play Store badge

App Store badge

L’articolo Studiate qualunque argomento con le lezioni di Khan Academy (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

HTC vuole diffondere la realtà virtuale con Viveport M e Viveport Arcade

htc-viveport

Non è passato molto tempo dall’apertura ufficiale di Viveport, lo store di esperienze in realtà virtuale marchiato HTC Vive, che il marchio taiwanese torna nuovamente all’assalto di nuovi mercato: stavolta l’obiettivo sono i dispositivi mobili, per i quali è in arrivo lo store “Viveport M”, e la vendita offline, che sarà seguita da “Viveport Arcade”.

Come è facile intuire dal nome, Viveport M sarà un app store interamente dedicato alla realtà virtuale, riservato però agli smartphone: attraverso di esso, gli utenti potranno acquistare e gestire contenuti VR come applicazioni, giochi, e video a 360°.

LEGGI ANCHE: Il divano dei Simpson in realtà virtuale

La notizia è arrivata dal “HTC Vive and Alibaba cloud joint developer forum” che si è tenuto ad Hangzhou, in Cina, dove inizierà anche la sperimentazione dell’app: Viveport M (che sarà compatibile con la maggior parte degli smartphone Android) sarà infatti lanciato inizialmente in closed beta soltanto nel paese asiatico, per poi arrivare anche sugli altri mercati dopo i primi test.

Durante la convention c’è stato però anche spazio per Viveport Arcade, una piattaforma di gestione e vendita ottimizzata per i contenuti offline: grazie ad essa le esperienze di realtà virtuale potranno arrivare anche in sale giochi, bar e centri di intrattenimento, assicurando al contempo una semplice distribuzione dei guadagni fra sviluppatori e rivenditori dei servizi.

L’articolo HTC vuole diffondere la realtà virtuale con Viveport M e Viveport Arcade sembra essere il primo su AndroidWorld.

Google Flights vi aiuterà a prenotare un volo spendendo il meno possibile (foto)

Google-Flights-1

La prenotazione di un volo aereo può facilmente essere l’aspetto che più incide sul prezzo di un viaggio, e proprio per questo i metodi per riuscire a risparmiare, acquistando il biglietto al miglior prezzo possibile, sono ormai piuttosto diffusi: si va dalla cancellazione dei cookie per non far tracciare i propri interessi da servizi di vendita poco onesti, fino al controllo quotidiano dei prezzi, per scoprire quando essi tendono a calare.

Da oggi però tutte queste operazioni sono decisamente superate, grazie ai miglioramenti che Google ha introdotto nel servizio Google Flights: quest’ultimo non si limiterà più infatti a elencare i voli disponibili per la vostra destinazione informandovi sul loro prezzo, ma sarà in grado anche di suggerirvi se è meglio attendere a prenotare, in vista di un calo dei prezzi, oppure affrettarsi ad acquistare per evitare futuri aumenti.

LEGGI ANCHE: Risparmiare sui biglietti aerei con Hopper

Le previsioni di Google Flights, basate su una complessa analisi dello storico degli andamenti dei prezzi, non saranno ovviamente precise al 100%, ma sono sicuramente un ottimo modo per mettersi al sicuro da incauti acquisti. Le novità dell’app, tuttavia, non si fermano qui.

L’aggiornamento del servizio include infatti molte altre interessanti aggiunte per i viaggiatori, che non si limitano al controllo dei voli aerei. Fra di esse spiccano:

  • Suggerimenti per date alternative o aeroporti di partenza più economici;
  • Possibilità di tenere d’occhio un volo o un itinerario con notifiche email ai cambi di prezzo;
  • Salvataggio dei voli preferiti;
  • Funzionalità di esplorazione per scegliere i luoghi da visitare in base al tipo di vacanza desiderata;
  • Visualizzazione di offerte e prezzi in calo per gli hotel;

Le motivazioni per visitare Google Flights se siete in procinto di partire per un viaggio sono insomma sempre più numerose, e per una volta la novità arriva proprio al momento giusto per pianificare le vacanze natalizie. Vi lasciamo quindi a seguire una galleria di immagini che mostrano le novità del servizio, e l’augurio di poter trovare un ottimo affare per il vostro viaggio!

L’articolo Google Flights vi aiuterà a prenotare un volo spendendo il meno possibile (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.