Facebook Messenger introduce la condivisione continua della posizione

Facebook ha appena annunciato una nuova funzionalità per Messenger, che sarà utilissima agli utenti che organizzano le proprie serate tramite l’app di messaggistica del social network e hanno un immancabile amico ritardatario, ma probabilmente non verrà accolta troppo bene dagli amanti della privacy. Senza girarci troppo intorno, parliamo della condivisione continua della posizione, chiamata in inglese Live Location.

Ma come funziona esattamente? Ovviamente la Live location non è un’opzione sempre attiva e, affinché i partecipanti ad una chat possano vedere continuamente dove vi trovate, dovrete  abilitarla esplicitamente. Sia su iOS che su Android, per far sapere sempre ai vostri amici dove vi trovate vi basterà condividere la posizione tramite l’apposita funzione (come magari già facevate): in questo modo, i partecipanti alla conversazione avranno accesso continuato alla vostra posizione per un’ora (ovviamente è possibile interrompere prima la condivisione). Precisiamo che, dopo aver ricevuto l’update, questa sarà la funzionalità di default e per inviare una posizione statica dovrete posizionare manualmente il pin rosso.

LEGGI ANCHE: Grandi novità per Facebook Messenger: arrivano le reazioni ai messaggi e le menzioni

La funzione è già in fase di rollout globale su Android e iPhone e dovrebbe arrivare su tutti i vostri dispositivi nelle prossime ore: nel frattempo, fatevi un’idea di cosa vi aspetta dando un’occhiata alle immagini e al video qui sotto.

 

L’articolo Facebook Messenger introduce la condivisione continua della posizione sembra essere il primo su AndroidWorld.

Kingston Gold: nuove microSD perfette anche per droni ed action cam di ultima generazione

Kingston lancia oggi le sue nuove microSD UHS-I U3, “Flash Card Gold”. Sigle e nomi a parte, si tratta delle schede di memoria dell’azienda pensate per anche per i dispositivi compatti più preformanti, come droni ed action cam di ultima generazione.

Infatti con una velocità in lettura fino a 90 MB/s e fino a 45 MB/s in scrittura, le nuove microSD Gold di Kingston promettono il pieno supporto a 4K (fino a 30 fps) e full HD a 120 fps. Disponibili nei tagli da 16, 32 e 64 GB offrono anche temperature operative estreme (da -25°C a 85°C), oltre che resistenza ad acqua (certificazione IEC/EN 60529 IPX7), urti, vibrazioni e raggi X.

LEGGI ANCHE: Guida alle velocità delle schede SD e microSD

Insomma delle microSD a tutto tondo, perfette per un po’ tutti i dispositivi. Se pensate faccia per voi sappiate che le trovate già in commercio. Su Amazon.it la versione da 16 GB viene venduta a circa 20€, quella da 32 GB a circa 30€ e quella da 64 GB a circa 50€.

Kingston Digital presenta la nuova microSD Flash Card Gold U3

Milano, 27 marzo 2017 Kingston Digital Europe Co LLP, affiliata di Kingston Technology Company, Inc., il principale produttore indipendente di memorie del mondo, annuncia l’ultima versione della microSD UHS-I Speed Class 3 (U3).  Le sue performance e la sua forma compatta rendono questa microSD ideale per dispositivi a elevate prestazioni con registrazioni in 4K, come GoPro® e droni.

La microSD USH-I U3 offre incredibili performance consentendo di acquisire filmati fino a 30 frame al secondo in 4K e fino a 120 frame al secondo in 1080P HD. La card è robusta ed è in grado di resistere all’acqua, alle escursioni termiche, urti e vibrazioni. È disponibile in diverse capacità da 16GB, 32GB e 64GB, così da garantire spazio a sufficienza per catturare anche le esperienze più estreme.

La microSD UHS-I U3 è coperta da garanzia a vita, supporto tecnico gratuito e dalla leggendaria affidabilità Kingston. Per maggiori informazioni visita http://www.kingston.com/it.

Kingston Gold microSD UHS-I U3 caratteristiche e specifiche tecniche:

  • Prestazioni eccellenti per poterti seguire nelle tue avventure: acquisisce filmati fino a 30 frame al secondo in 4K e sfrutta al massimo le capacità di ripresa di GoPro®, droni e camere in Ultra HD. Registra video a 120 frame al secondo in 1080P HD e offre la funzione “Slow down” per gustare ogni secondo delle avventure registrate.
  • Versatile: Progettata per essere utilizzata con GoPro®, droni e camere in 4K.
  • Abbastanza robusta per seguirti in ogni avventura: resistente all’acqua1, alle temperature2, urti/vibrazioni3, ai raggi-X4.
  • Garanzia: garanzia a vita e supporto tecnico gratuito
  • Capacitià5: 16GB, 32GB, 64GB
  • Performance6: 90MB/s in lettura e 45MB/s in scrittura, UHS-I Speed Class 3 (U3)
  • Dimensioni microSD: 11mm x 15mm x 1mm
  • Dimensioni adattatore SD: 24mm x 32mm x 2.1mm
  • Formato: FAT32 (microSDHC 16GB-32GB), exFAT (microSDXC 64GB)
  • Temperatura di funzionamento: da -25°C a 85°C
  • Temperatura di stoccaggio: da -40°C a 85°C
  • Voltaggio: 3,3V
Kingston Gold microSD UHS-I Speed Class 3 (U3)
Part Number Descrizione
SDCG/16GB 16GB microSD UHS-I Speed Class 3 (U3)
SDCG/32GB 32GB microSD UHS-I Speed Class 3 (U3)
SDCG/64GB 64GB microSD UHS-I Speed Class 3 (U3)
SDCG/16GBSP 16GB microSD UHS-I Speed Class 3 (U3) (SD adapter not included)
SDCG/32GBSP 32GB microSD UHS-I Speed Class 3 (U3) (SD adapter not included)
SDCG/64GBSP 64GB microSD UHS-I Speed Class 3 (U3) (SD adapter not included)

 

1 Certificazione IEC/EN 60529 IPX7 per la protezione in caso di immersione prolungata fino a 30 minuti alla profondità massima di 1m.

2 Escursione termica tollerata tra -25°C e 85°C.

3 Valori basati sul metodo di test dello standard militare MIL-STD-883H, METHOD 2002.5.

4 Certificazione ISO 7816-1 relativa alla protezione contro l’esposizione di entrambi i lati della scheda a 0,1 Gray di raggi X.

5 Parte della capacità totale indicata per i dispositivi di storage Flash viene in realtà utilizzata per le funzioni di formattazione e altre funzioni. Tale spazio non è disponibile per la memorizzazione dei dati. L’effettiva capacità di archiviazione dati dell’unità è quindi inferiore a quella riportata sul prodotto. Per ulteriori informazioni, consultare la Guida alle Memorie Flash di Kingston, all’indirizzo web kingston.com/flashguide.

6La velocità può variare in base alle impostazioni di configurazione dell’host e del dispositivo.

* Le schede Flash di Kingston sono progettate e testate in modo da essere compatibili con prodotti destinati all’utilizzo da parte di consumatori. Si consiglia di contattare direttamente Kingston per soluzioni di tipo OEM o per l’impiego in applicazioni destinate a usi particolari che vadano al di là del normale utilizzo giornaliero da parte dei consumatori. Per ulteriori informazioni sugli utilizzi indicati, consultare la Guida alle memorie Flash, all’indirizzo web kingston.com/flashguide.

L’articolo Kingston Gold: nuove microSD perfette anche per droni ed action cam di ultima generazione sembra essere il primo su AndroidWorld.

Facebook: in arrivo Guide delle città e un’opzione per vedere video senza consumare dati mobili

I primi test della funzionalità Guide delle città erano stati individuati a inizio marzo. Si tratta di uno strumento integrato nell’app di Facebook che permette di consultare informazioni di vario genere su città visitate dai nostri contatti.

La schermata riepilogativa della città selezionata ci mostra il meteo e l’orario e soprattutto l’elenco di contatti che l’hanno visitata e i luoghi in cui si sono registrati. Non ci sono comunque solo informazioni collegate direttamente ai nostri contatti: scorrendo la pagina troviamo ad esempio gli eventi in programma o le attrazioni più popolari, oltre ai luoghi frequentati dalla gente del posto.

LEGGI ANCHE: Facebook ha rotto il Gestore delle Pagine per Android

Si tratta ovviamente di consigli basati sulle interazioni social dei luoghi. È anche possibile salvare gli elementi così scovati per consultarli con calma in un secondo momento, magari direttamente sul luogo. Ecco una gallery con alcuni screenshot della nuova sezione.

Concludiamo mostrandovi un altro screenshot, stavolta relativo ad un’altra funzione denominata “Guarda alcuni video senza usare i dati mobili“. Purtroppo non abbiamo avuto modo di testare la funzionalità con mano, e il lettore che ce l’ha segnalata ha constatato la sparizione della funzione poco dopo.

Teoricamente tale funzionalità dovrebbe scaricare alcuni video direttamente in memoria in caso di collegamento ad una Wi-Fi in modo da permettercene la visione in mobilità anche senza consumare dati mobili. Il che però vorrebbe dire che Facebook impegnerebbe lo smartphone scaricando dati in background che andrebbero anche a gravare sulla memoria interna del dispositivo. Dovremo quindi attendere un altro po’ per sapere di cosa si tratta.

Grazie a Giuseppe
per la segnalazione

L’articolo Facebook: in arrivo Guide delle città e un’opzione per vedere video senza consumare dati mobili sembra essere il primo su AndroidWorld.

Galaxy S8 ed S8 Plus, sia Exynos che Snapdragon, si fanno un ultimo giro su AnTuTu prima della presentazione ufficiale

Mancano due giorni alla presentazione ufficiale di Galaxy S8 ed S8 Plus, e giusto per completare continuare l’enorme serie di fughe di notizie degli ultimi giorni, i due top di gamma Samsung hanno fatto una visitina al noto benchmark AnTuTu, svelando non tanto le loro performance, quanto le proprie caratteristiche tecniche.

Al netto quindi del processore (Exynos 8895 da noi, Snapdragon 835 negli USA), abbiamo 4 GB di RAM, 64 di storage, 12 megapixel dietro, 8 MP davanti e Android Nougat. Notate che la risoluzione del display è impostata a 1.080 x 2.220 pixel, che probabilmente sarà il valore di default, ma potrete comunque salire fino a 1.440 x 2.960 pixel. C’è però un errore nel benchmark di Galaxy S8 versione Snapdragon, dove è indicato un regolare full HD, segno che o è tutto un fake o che è appunto un semplice errore.

In ogni caso, di dubbi sulle specifiche dei due top di gamma non ne abbiamo più alcuno, pertanto non ci resta che darvi appuntamento a mercoledì 29 alle ore 17 per la presentazione ufficiale, al netto di altri leak dell’ultima ora. Come bonus, aggiungiamo alla galleria qui sotto anche la foto in copertina, che illustra S7 edge ed S8 Plus fianco a fianco.

L’articolo Galaxy S8 ed S8 Plus, sia Exynos che Snapdragon, si fanno un ultimo giro su AnTuTu prima della presentazione ufficiale sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung ha brevettato una doppia fotocamera: debutterà su Galaxy Note 8?

A due giorni dalla presentazione, è piuttosto evidente che Galaxy S8 non avrà la doppia fotocamera, ma questo non vuol dire che Samsung non stia lavorando su questa tecnologia, anzi. Un brevetto depositato in Corea trapelato online, infatti, confermerebbe che anche la società coreana sta sviluppando un sensore con doppia fotocamera.

Come potete vedere dalle immagini in fondo, sembra che Samsung abbia adottato una soluzione che prevede due fotocamere disposte verticalmente. Stando a quanto riportato dal documento, le due fotocamere saranno utili per ridurre lo spessore del sensore e, al contempo, migliorare gli scatti in condizioni di scarsa luminosità. Inoltre, il brevetto fa esplicitamente riferimento a foto 3D e registrazione della profondità di campo e delle distanze.

LEGGI ANCHE: Display a basso consumo, OLED per daltonici e gli altri progetti segreti di Samsung

Ovviamente questo brevetto non svela in alcun modo se e quando questa tecnologia verrà implementata da Samsung: possiamo ipotizzare (e augurarci!) un debutto su Galaxy Note 8, ma è più una speranza che altro.

L’articolo Samsung ha brevettato una doppia fotocamera: debutterà su Galaxy Note 8? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Chrome Dev cambia la pagina “nuova scheda” per risparmiare un po’ di spazio

Oltre a lavorare su Chrome Home, Google continua a ripensare anche l’ordinaria pagina “nuova scheda” di Chrome, introducendo una piccola novità in Chrome 59 Dev. Come potete vedere dallo screenshot qui sotto, il logo di Google se ne va, lasciando spazio a tutti i contenuti presenti, che invece non cambiano.

Considerando che la pagina nuova scheda è sempre più densa di contenuti (barra di ricerca, siti più visitati, segnalibri, notizie da leggere ecc.), un risparmio di spazio è senz’altro utile, anche a scapito del logo di Google stesso (che comunque rimane, sotto forma di “G” colorata, nella barra di ricerca).

Se non doveste avere questo design, provate ad abilitare in chrome://flags la voce Google G in New Tab Page omnibox. Trovate a seguire il bottone per il download di Chrome Dev e lo screenshot a riprova di quanto detto.

L’articolo Chrome Dev cambia la pagina “nuova scheda” per risparmiare un po’ di spazio sembra essere il primo su AndroidWorld.

Qualcomm avrebbe impedito a Samsung di vendere ad altri i suoi SoC Exynos (aggiornato: smentita)

Qualcomm è sicuramente l’azienda più importante del settore quando si parla di SoC per smartphone, ma non si può certo dire che sia l’unica, anzi. A fianco a MediaTek e altre aziende minori, infatti, anche Huawei, Samsung, Apple e altre società producono i propri chip.

Ma cosa impedisce a queste società di rivendere i propri SoC a terzi, esattamente come fa Qualcomm? Normalmente azzarderemmo che per loro non conviene svendere la propria ricerca, ma a quanto pare Samsung ha subito anche divieti dall’alto e, in particolare, proprio da parte di Qualcomm.

LEGGI ANCHE: Snapdragon 835: i nostri benchmark e le altre novità

Stando a quanto riportato, infatti, la Fair Trade Commission avrebbe investigato sull’abuso di posizione dominante di Qualcomm e stabilito che:

Samsung Electronics è stata bloccata dal vendere i propri chipset agli altri produttori a causa di un accordo di licenza con Qualcomm.

Secondo i rumor in merito, pare che gli accordi tra le due aziende riguardino un lasso di tempo di ben 25 anni, durante i quali Samsung non potrà vendere ad altre società i propri chip.

Attualmente non ci sono molte altre informazioni in merito, ma non mancheremo di riportare eventuali aggiornamenti.

Aggiornamento

Qualcomm has never stood in the way of Samsung selling chips to third parties, and nothing in our agreements has ever prevented Samsung from doing so. Any statement to the contrary is false.

Così Qualcomm ha replicato in merito, ovvero negando in maniera perentoria di aver impedito a Samsung la vendita dei suoi stessi chip.

L’articolo Qualcomm avrebbe impedito a Samsung di vendere ad altri i suoi SoC Exynos (aggiornato: smentita) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Huawei vuole vendere meno P10 / P10 Plus di P9 / P9 Plus

Nel corso del fine settimana abbiamo riportato che Huawei P9 e P9 Plus hanno venduto 12 milioni di unità, ed è per questo che ci avviciniamo ora con un certo stupore alle stime dell’azienda circa le vendite dei nuovi P10 e P10 Plus.

Richard Yu, CEO di Huawei, ha infatti confermato che l’obiettivo della sua azienda è arrivare a 10 milioni di unità vendute di Huawei P10 e P10 Plus, che sono appunto meno di quanto fatto con i modelli dell’anno passato. Possiamo solo supporre che queste cifre siano “prudenziali“, e/o che si riferiscano solo all’anno in corso, anche se c’è già chi punta il dito contro il prezzo troppo elevato.

A ben vedere, Huawei P10 non è rincarato troppo rispetto al modello precedente (679€ contro 599€), tanto che già adesso, che deve praticamente ancora uscire, lo si trova in offerta allo stesso prezzo dello scorso anno, quindi in fondo non possiamo nemmeno lamentarci più di tanto, anche perché tra tutti i top di gamma di inizio 2017, Huawei P10 è comunque il più economico, ed in certi casi anche di parecchio.

Riusciranno quindi i nuovi P10/P10 Plus a superare le vendite dei loro predecessori? Questo lo scopriremo solo tra qualche tempo, nel frattempo diteci pure se in ascolto dovesse già esserci qualche acquirente della prima ora.

L’articolo Huawei vuole vendere meno P10 / P10 Plus di P9 / P9 Plus sembra essere il primo su AndroidWorld.

Tre mette in listino i nuovi P10 e P10 Lite e riposiziona Galaxy S7

Ottime notizie per tutti i clienti 3 Italia che intendono cambiare smartphone: l’operatore ha infatti inserito in listino i nuovi Huawei P10 e Huawei P10 Lite. Questi due dispositivi della società cinese sono disponibile con SIM ricaricabile con la tariffa ALL-IN Master (con Giga Days, che aggiunge 10 GB da utilizzare in due mesi).

ALL-IN Master prevede un addebito su Carta di credito o Conto corrente di 15€ al mese e include:

  • minuti illimitati
  • 300 SMS (10 al giorno)
  • 30 GB di internet (1 al giorno)

Ai due smartphone Huawei si aggiungono anche Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, che da ora non sono più disponibili con offerta FREE, ma solo con ALL-IN Master.

LEGGI ANCHE: Tutte le offerte Tre

In dettaglio, ecco i costi di Tre per i dispositivi in questione:

  • Huawei P10: 20€ al mese più 150€ d’anticipo
  • Huawei P10 Lite: 15€ al mese più 50€ d’anticipo
  • Samsung Galaxy S7: 10€ al mese più 50€ d’anticipo
  • Samsung Galaxy S7 Edge: 10€ al mese più 100€ d’anticipo

L’articolo Tre mette in listino i nuovi P10 e P10 Lite e riposiziona Galaxy S7 sembra essere il primo su AndroidWorld.

HTC One (M8) non si è aggiornato a Nougat

Nella serata di ieri è circolata la notizia che HTC One (M8) avrebbe ricevuto l’aggiornamento ad Android Nougat, ma solo per i modelli brandizzati dall’operatore USA T-Mobile. In realtà non è vero neanche questo, perché un rappresentate di T-Mobile avrebbe affermato che si è trattato solo di un errore.

Tutto è scaturito da una pagina sul sito dell’operatore, che affermava l’imminenza del rollout di Nougat; pagina che è ancora presente, e che è lì dal 24 marzo, nonostante avrebbe ormai dovuto essere corretta per rettificare l’errore. Non sappiamo quindi se T-Mobile abbia nuovamente cambiato idea e pensi invece di rilasciare a breve l’aggiornamento, oppure se la smentita sia stata mal interpretata dalla fonte, o ancora se semplicemente si siano dimenticati di correggere la pagina.

LEGGI ANCHE: La pagina nostra con tutti gli aggiornamenti Android in Italia

Tenete conto che HTC non aveva mai confermato ufficialmente l’aggiornamento a Nougat per One (M8), pertanto si tratta di una questione piuttosto delicata, e sarà importante capire se l’errore di T-Mobile sia nella tempistica o nel modello stesso. Vi faremo sapere se ci saranno novità in merito.

L’articolo HTC One (M8) non si è aggiornato a Nougat sembra essere il primo su AndroidWorld.