CyanogenMod chiude i battenti, date il benvenuto a Lineage OS!

CyanogenMod 11 final - 1

Come già segnalato ieri, il cammino di Cyanogen Inc. è ormai giunto al capolinea. Sembra però che questa decisione si andrà a ripercuotere anche sul futuro della CyanogenMod e della sua comunità.

Ricordiamo che, nonostante abbiano un nome simile, le due entità sono distinte e indipendenti tra loro, anche se la community ha ricevuto fondi non indifferenti in passato per aiutare lo sviluppo delle ROM. La confusione generata dopo la creazione dell’azienda con scopi commerciali non ha fatto bene alla comunità, e le ultime vicende hanno dato il colpo di grazia.

Per questo motivo, tramite un post sul blog ufficiale, il team di CyanogenMod ha fatto sapere che la riorganizzazione societaria di Cyanogen Inc. e la dismissione dei loro servizi significano la morte anche del progetto CyanogenMod. Gli sviluppatori della community sono preoccupati che il brand “Cyanogen” possa essere rivenduto ad un’azienda di terze parti, col rischio di mettere in cattiva luce il progetto.

LEGGI ANCHE: CyanogenMod potrebbe diventare LineageOS?

Ciò significa che la più grande community di sviluppatori indipendenti di ROM Android ha terminato il suo lavoro? Nient’affatto!

Il posto di CyanogenMod verrà presto preso da Lineage OS, il nuovo progetto della comunità che raccoglie gran parte del vecchio team. Lineage OS non sarà un semplice fork del codice CM, ma un vero e proprio punto di ripartenza, con lo stesso spirito con cui era inizialmente nata la celebre ROM.

Se volete seguire sin da ora i primi passi del nuovo progetto, potete trovare i riferimenti dei principali canali social elencati qui di seguito:

Noi appassionati di modding auguriamo il meglio al nascente progetto Lineage OS, sperando che la community possa continuare a supportare tanti dispositivi e dare nuovo vigore a tutto il mondo delle custom ROM.

L’articolo CyanogenMod chiude i battenti, date il benvenuto a Lineage OS! sembra essere il primo su AndroidWorld.

Buon Natale dal team di SmartWorld

natale-androidworld-gif

E siamo così arrivati al secondo Natale di SmartWord e al settimo Natale del nostro team nato con AndroidWorld. Come ogni Natale non riusciremo mai a staccarci veramente dal nostro lavoro, pensando sempre a quello che abbiamo fatto in quest’ultimo anno e a cosa faremo nel prossimo. Ma anche perché il nostro smartphone ci terrà compagnia per scattare foto con i familiari, guarderemo film natalizi sulla smart TV e lasceremo pulire le briciole dopo il cenone al nostro robot delle pulizie.

Nella speranza però che tutti i nostri lettori possano passare un sereno Natale con la propria famiglia siamo qui tutti ad augurarvi dei felici giorni di festa! Buon Natale!

Se invece state arrivando un po’ impreparati a questo Natale vi lasciamo con una guida a come preparare il vostro telefono per il Natale e a altre 5 app utili in questa occasione.

Cogliamo l’occasione quindi per ricordarvi quali sono i canali dove seguirci:

L’articolo Buon Natale dal team di SmartWorld sembra essere il primo su AndroidWorld.

Ricarica Max 3 Giga a 2 euro disponibile per alcuni utenti Wind Talk (foto)

Wind-logo-final

Avete installato l’applicazione Wind Talk sul vostro dispositivo? Forse potrete essere tra i fortunati destinatari di una offerta speciale dell’operatore arancione.

Sembra infatti che attraverso l’applicazione Wind Talk alcuni utenti abbiano ottenuto la possibilità di attivare Ricarica Max 3 Giga di Internet al costo di 2 euro da consumare entro 30 giorni dall’attivazione. Per il momento, i dettagli al riguardo sono davvero esigui, tuttavia coloro i quali hanno ricevuto l’invito potranno condividere ulteriori informazioni mediante i commenti qui sotto. Avete ricevuto anche voi l’invito relativo a questa offerta speciale?

windtalk_ricaricamax-598x1024

L’articolo Ricarica Max 3 Giga a 2 euro disponibile per alcuni utenti Wind Talk (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Questo dovrebbe essere Huawei P10, ma qualquadra non cosa (foto)

huawei-p10

Una nuova immagine da poco circolante in rete pare rappresenti Huawei P10, in colorazione rosa / bianco e con qualche caratteristica del predecessore, ma si tratta davvero di Huawei P10?

Analizzando l’immagine in questione, è possibile notare come il design dello smartphone sia molto simile a Huawei P9, almeno frontalmente (camera, sensore e speaker). Qui trova spazio quello che sembrerebbe essere uno scanner d’impronte posto sotto il vetro, caratteristica già associata allo smartphone, mentre manca quel display curvo finora legato al prodotto, una caratteristica che con la sua assenza apre le porte ad una possibile variante Plus.

LEGGI ANCHE: Niente edge-to-edge per Huawei P10

Il lato posteriore purtroppo non dispone del logo Huawei, e registra la presenza di dual-camera, flash LED, modulo laser focus e singola antenna a forma di U in basso. Noi di AndroidWorld.it raccomandiamo di prendere il tutto con grandi pinze, certi che nuove informazioni saranno presto disponibili circa questo scatto e Huawei P10.

huawei-p10

L’articolo Questo dovrebbe essere Huawei P10, ma qualquadra non cosa (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Vodafone offre sconti esclusivi su iPhone 5S, Vodafone Smart Prime e Ultra

Vodafone-final

Vodafone ha in serbo tante offerte per questo ormai imminente Natale, e non solo per quanto riguarda le tariffe telefoniche. Infatti, grazie alla sua nuova promozione, sarà possibile acquistare tre smartphone a prezzo scontato.

In tutti i negozi Vodafone che aderiscono all’iniziativa, fino al 14 gennaio 2017 saranno disponibili Vodafone Smart Prime 2016 a 99€ (sconto di 30€), Vodafone Smart Ultra 2016 a 179,99€ (sconto di 20€) e Apple iPhone 5S a 299,99€ (sconto di 200€).

LEGGI ANCHE: Arriva la Christmas Card di Vodafone

Inoltre, per chi acquisterà uno dei due smartphone a marchio Vodafone, ci sarà in regalo anche la promozione 2 GB Card, che vi consentirà di avere a disposizione 2 GB di traffico dati in 4G da consumare ogni 28 giorni dall’attivazione. Ma attenzione, perché questa promozione vale solo per due rinnovi, poi diventa a pagamento e costa 10€ ogni 4 settimane. Ovviamente è possibile disattivarla gratuitamente alla fine delle settimane in regalo tramite il supporto clienti Vodafone.

L’articolo Vodafone offre sconti esclusivi su iPhone 5S, Vodafone Smart Prime e Ultra sembra essere il primo su AndroidWorld.

Motorola Moto X Style con Android Nougat a bordo spunta su GFXBench

Motorola Moto X Style - 2

Dopo aver già avvistato il Moto X Play qualche settimana fa, anche il Motorola Moto X Style si fa vedere su GFXBench con a bordo la versione 7.1.1 di Android Nougat.

Ciò significa che l’aggiornamento a Nougat del dispositivo di casa Motorola è probabilmente già in fase di test avanzato, e potrebbe presto arrivare il rilascio ufficiale per tutti i mercati in cui è stato commercializzato.

LEGGI ANCHE: Avvistato un Lenovo Moto Z Play con Android Nougat

Per adesso non abbiamo ancora informazioni ufficiali sulle tempistiche, ma visti i precedenti pensiamo che l’aggiornamento possa arrivare nei primi mesi del prossimo anno, forse già entro gennaio 2017. Rimanete, dunque, sintonizzati sui nostri siti per scoprire quando l’azienda darà il via all rollout della nuova versione software.

L’articolo Motorola Moto X Style con Android Nougat a bordo spunta su GFXBench sembra essere il primo su AndroidWorld.

Cyanogen Inc. alza bandiera bianca: servizi interrotti dal 31 dicembre

Cyanogen Inc

Le notizie su Cyanogen Inc. non erano buone ormai da tempo, ed oggi è arrivato l’inevitabile epilogo finale. Tramite un post sul proprio blog ufficiale, la società ha comunicato che tutti i servizi inerenti a Cyanogen OS verranno dismessi a partire dal 31 dicembre 2016.

Ciò significa che, se possedete uno smartphone con supporto ufficiale al sistema operativo Cyanogen OS come Yu Yureka, OnePlus One o ZUK Z1, non avrete più aggiornamenti nei prossimi mesi e sarete costretti a spostarvi su ROM alternative, come le CyanogenMod sviluppate dalla comunità.

LEGGI ANCHE: Cyanogen Inc. avrebbe gonfiato il numero di utenti

A questo punto non sappiamo se questo significhi un definitivo dissolvimento di Cyanogen Inc. o solo uno stop ai lavori, ma viste le premesse e i tanti contrasti interni, è possibile che la società stessa possa essere smantellata e che gli attuali dipendenti possano avviarsi verso prgetti differenti, come già successo in passato.

L’articolo Cyanogen Inc. alza bandiera bianca: servizi interrotti dal 31 dicembre sembra essere il primo su AndroidWorld.

Ecco una ROM ufficiale in italiano per LeEco Le Max 2

LeEco Le Max 2 - 3

Le Max 2, come evidenziato nella nostra recensione, è nel complesso un ottimo smartphone, che però, fra le altre, presenta una pecca non risolvibile senza ottenere i permessi di root: la presenza di software non localizzati in lingue occidentali. LeEco ha da poco rilasciato ufficialmente una ROM che, fra le altre lingue, introduce anche il supporto all’italiano.

Una mossa un po’ strana, visto che – almeno ufficialmente – la società non ha intenzione di espandersi in nuovi mercati; tuttavia, non è la prima volta che LeEco agisce in tal modo, visto che una ROM in italiano era già stata rilasciata per Le Pro 3. Potrete procedere al download a partire da questo link.

Ringraziamo Davide per la segnalazione.

L’articolo Ecco una ROM ufficiale in italiano per LeEco Le Max 2 sembra essere il primo su AndroidWorld.

OnePlus 3T: iniziato il rollout della OxygenOS 3.5.4 in versione stabile

recensione-oneplus-3t-9

Nuovo aggiornamento software per OnePlus 3T, il nuovissimo dispositivo della casa cinese lanciato il mese scorso e parente sretto di OnePlus 3, di cui condivide gran parte dell’hardware.

Nella nuova OxygenOS 3.5.4 basata su Android Marshmallow, finalmente arrivata in versione stabile, sono stati corretti molti problemi segnalati dagli utenti, con particolare attenzione per la modalità di risparmio energetico.

Se volete leggere in dettaglio tutti i cambiamenti, vi lasciamo qui di seguito il changelog completo del nuovo aggiornamento:

  • Ottimizzazioni per la rete US-TMO
  • Ottimizzazioni per ridurre il lag quando la carica è minore del 5%
  • Ottimizzata la connettività Bluetooth per le auto Mazda
  • Ottimizzata la modalità di risparmio energetico: le impostazioni di GPS e orientamento saranno ripristinate quando la modalità viene disattivata
  • Sistemato il problema di usabilità del flash su WhatsApp
  • Migliorata la stabilità del sistema
  • Implementati vari bugfix

LEGGI ANCHE: #ShotonOnePlus: contest che mette in palio un OnePlus 3T

Il rollout del nuovo firmware è già iniziato, e come sempre si tratta di un OTA incrementale che via via si estenderà a tutti gli utenti. Probabilmente lo stesso aggiornamento arriverà a breve anche per OnePlus 3, quindi tenete le antenne dritte se siete possessori di questo dispositivo.

L’articolo OnePlus 3T: iniziato il rollout della OxygenOS 3.5.4 in versione stabile sembra essere il primo su AndroidWorld.

Backers di Pebble Time 2 Core infuriati: qualcuno sta ricevendo rimborsi solo parziali

pebble-time-2

Come promesso, dopo l’annuncio dell’acquisizione da parte Fibit e dello smantellamento dell’azienda e relativi servizi, Pebble sta iniziando ad inviare i primi rimborsi a chi aveva contribuito su Kickstarter a Time 2 e Core. La fu azienda dietro i famosi smartwatch e paper aveva però indicato che i rimborsi sarebbero stati totali.

Il problema è che, sebbene i primi resi stiano partendo, diversi finanziatori stanno lamentando cifre inferiori a quanto investito. Ad esempio chi ha pagato 179$ per un Pebble Time 2, con spedizione inclusa, avrebbe ricevuto soltanto 70$. Nella sezione dei commenti di Kickstarter sono poi in molti a protestare, indicando cifre che non sembrano seguire uno schema troppo ben definito.

LEGGI ANCHE: Kickstarter non è uno shop online, questi numeri lo dimostrano

Forse è ancora presto per gridare allo scandalo. Siamo ancora nelle prime fasi della chiusura di Pebble e questa (vogliamo sperare) potrebbe essere solo una prima tranche di pagamenti. Nell’attesa di notizie ufficiali da Pebble o più probabilmente da Fibit, tenete d’occhio la lista dei movimenti della vostra carta e fateci sapere se anche voi avete riscontrato incongruenze tra quanto speso e quanto rimborsato.

L’articolo Backers di Pebble Time 2 Core infuriati: qualcuno sta ricevendo rimborsi solo parziali sembra essere il primo su AndroidWorld.