Ecco la prima immagine di Chromecast Ultra: hardware migliorato e streaming in 4K (foto)

chromecast-ultra

Sappiamo già che, durante il prossimo evento del 4 ottobre, Google potrebbe svelare una gran varietà di dispositivi: i nuovi Pixel, il visore Daydream, il Google Home, il router WiFi, e forse anche il nuovo sistema Andromeda. A questi, si aggiungerà probabilmente anche il nuovo Chromecast Ultra, come anticipato dai colleghi di VentureBeat.

Il nuovo dongle per lo streaming di BigG dovrebbe avere un hardware migliore della precedente versione, cosa che gli permetterà di riprodurre anche filmati a risoluzione 4K, e dovrebbe arrivare nei negozi col firmware 1.21, già rilasciato in beta ai membri del Chromecast Preview Program.

LEGGI ANCHE: Con Chromecast Preview Program potrete provare i nuovi firmware per Chromecast prima degli altri (foto)

Migliorando la scheda tecnica, anche il prezzo sarà leggermente più salato: se per la precedente generazione bastavano 35$, per la versione Ultra ce ne vorranno 69$ per portarselo a casa.

Cambia anche il design del dispositivo, che perde il caratteristico logo Chromecast e guadagna la nuova “G” del logo Google. Le linee sono come al solito minimali, con una superficie lucida sulla parte frontale ed un cavo piatto che termina con un connettore HDMI.

Non ne abbiamo ancora la certezza matematica, ma ormai il 4 ottobre si avvicina inesorabilmente, e pensiamo che anche il Chromecast Ultra potrà essere della partita.

L’articolo Ecco la prima immagine di Chromecast Ultra: hardware migliorato e streaming in 4K (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Il nuovo Honor 6X potrebbe essere presentato già ad ottobre

Honor 6X

Dopo aver ricevuto la certificazione del TENAA appena due settimane fa, il nuovo Honor 6X sembra già pronto a sbarcare sul mercato cinese. La data di presentazione dovrebbe essere quella del 18 ottobre, o almeno questo suggeriscono i media asiatici.

Riguardo alle caratteristiche del nuovo dispositivo a marchio Honor – brand di proprietà di Huawei – sappiamo ancora poco, ma basandoci sul precedentemente modello Honor 5X e sulle foto trapelate sinora possiamo supporre che avrà display da 5,5 pollici FullHD, processore Snapdragon 625, 3 GB di RAM, 32 GB di memoria interna, doppia fotocamera posteriore, sensore d’impronte sul retro e corpo in metallo.

LEGGI ANCHE: Questa foto mostra un misterioso dispositivo Xiaomi, verrà presentato insieme al Mi5s? (foto)

Non manca quindi molto alla commercializzazione, speriamo quindi di potervi dare notizie più certe riguardo a design e specifiche hardware già nei prossimi giorni. Perciò continuate a seguirci sui nostri siti, e non dimenticate che domani ci sarà un’altra importante presentazione.

L’articolo Il nuovo Honor 6X potrebbe essere presentato già ad ottobre sembra essere il primo su AndroidWorld.

I Nexus non sono morti: che ne dite di uno Huawei Nexus tablet con Andromeda?

Nexus Final

Pensavate che gli smartphone Pixel e Pixel XL avrebbero soppiantato in blocco i Nexus? Così potrebbe non essere, almeno stando a quanto riportato da Stephen Hall di 9to5Google.

La serie Nexus dovrebbe quindi sopravvivere in parallelo a quella Pixel, come del resto è stato finora, dato che i dispositivi Pixel esistono da anni; la differenza è che finora non c’era stato alcuno smartphone di questa serie, ed il loro prossimo avvento, unito alla mancanza di nuovi Nexus, aveva fatto pensare ad un pensionamento di questi ultimi.

TUTTO QUELLO CHE SAPPIAMO SU: Google Pixel | Pixel XL

Non ci aspettiamo comunque che dei nuovi smartphone Nexus siano annunciati all’evento del 4 ottobre, ma forse un tablet potrebbe esserci, ed in futuro chissà. I piani di Google sono spesso impredicibili e con tutte le novità che bollono in pentola non sembra facile che ci sia troppo posto anche per i Nexus, ma Hall (vedi anche i commenti al tweet) sembra molto sicuro del fatto suo, pertanto non ci resta che aspettare, e sperare.

Aggiornamento: 9to5Google, proprio nella persona di Stephen Hall, ha appena pubblicato un articolo nel quale spiega che sarà proprio questo tablet di Huawei che porterà avanti il nome Nexus, ma non con Android, bensì con Andromeda, il sistema operativo nato dalla attesa confluenza di Chrome OS in Android. I dettagli sono davvero scarsi in merito, ma si pensa potrebbe arrivare “un po’ prima” del laptop Bison, previsto tra circa un anno. No, la chiarezza in materia non è molta, almeno per adesso.

L’articolo I Nexus non sono morti: che ne dite di uno Huawei Nexus tablet con Andromeda? sembra essere il primo su AndroidWorld.

Notifiche Chat Heads per tutte le principali app di messaggistica, con Notifly (foto)

notifly head

VI piacciono le notifiche Chat Heads di Facebook Messenger, e vorreste poterle sfruttare per ognuna delle app di messaggistica installate sul vostro smartphone? La soluzione è più semplice di quanto pensate: basta provare l’app gratuita Notifly.

Il funzionamento di Notifly è tanto semplice quanto efficace: vi basterà infatti garantire all’app accesso alle notifiche per ricevere all’interno delle bolle flottanti i messaggi di Whatsapp, Telegram, Hangouts, Facebook Messenger, Gmail e molte altre app.

LEGGI ANCHE: Le notifiche di Samsung Smart Glow

L’essere “pronta all’uso” non impedisce comunque a Notifly di offrire molte possibilità di personalizzazione: nell’interfaccia Material dell’app troverete infatti una scheda per ognuna delle app compatibili installate sullo smartphone, e potrete personalizzare il colore e l’aspetto delle notifiche e alcuni comportamenti del sistema alla loro comparsa (accensione dello schermo, sincronizzazione con le notifiche di sistema…).

Infine, non è da sottovalutare la possibilità di rispondere ai messaggi ricevuti direttamente dalle notifiche di Notifly, che vi permetterà di gestire le vostre conversazioni in modo estremamente rapido e di scrivere ai vostri contatti senza interrompere ciò che state facendo.

Download gratuito

Notifly è disponibile gratuitamente sul Play Store: potete installarla sul vostro smartphone cliccando sul badge per il download che trovate a seguire.

Google Play Badge

L’articolo Notifiche Chat Heads per tutte le principali app di messaggistica, con Notifly (foto) sembra essere il primo su AndroidWorld.

Outlook per Android e iOS adesso si basa interamente su Microsoft Cloud

outlook-final

In Atlanta si sta tenendo la conferenza Ignite 2016, in cui Microsoft annuncia diverse novità per il suo parco software; tra i nuovi applicativi, la società di Redmond ha rivelato anche un’importante novità per Outlook per iOS e Android: le due app mobile, infatti, adesso sono interamente basate su Microsoft Cloud per gli utenti Office 365.

Sebbene questo possa non voler dire molto per gli utenti comuni, si tratta comunque di un grande cambiamento per gli utenti business, in quanto implica che tutte le mail con account Exchange sono supportate nativamente dalle app Outlook, rimuovendo la necessità di cachare le mail al di fuori di Office 365.

LEGGI ANCHE: Il nuovo calendario di Outlook è praticamente Sunrise

Non è ancora chiaro quando la novità sarà effettivamente attiva per le app Outlook Android e iOS, ma probabilmente non passerà molto prima che la modifica diventi effettiva.

L’articolo Outlook per Android e iOS adesso si basa interamente su Microsoft Cloud sembra essere il primo su AndroidWorld.

Yahoo Mail: arrivano il supporto al lettore di impronte e l’anteprima video/web

Yahoo Mail Aggiornamento Security

È davvero ironico che un aggiornamento così improntato alla sicurezza arrivi a distanza di pochi giorni dalla conferma del furto di 200 milioni di credenziali. Sta di fatto che la nuova versione di Yahoo Mail, già disponibile sul Play Store di Google, comprende un paio di novità di cui una fortemente legata appunto alla sicurezza dei propri dati.

È infatti arrivato il supporto alle API di Google legate all’utilizzo del lettore di impronte digitali, che permette agli utenti Yahoo Mail di impostare un’impronta digitale come password di accesso alle proprie email. È anche possibile utilizzare un PIN numerico o un classico pattern.

Tra le altre novità comprese nel medesimo aggiornamento segnaliamo la possibilità di modificare le informazioni relative all’account direttamente dall’applicazione, una modalità più veloce per la modifica delle informazioni dei singoli contatti e anche una finestra di anteprima che permette di visualizzare contenuti web o filmati direttamente da dentro l’app.

Google Play Badge

L’articolo Yahoo Mail: arrivano il supporto al lettore di impronte e l’anteprima video/web sembra essere il primo su AndroidWorld.

Apple iPhone 7 vs Samsung Galaxy S7, il confronto fotografico

iPhone-7-vs-Galaxy-S7

Vi abbiamo chiesto qualche giorno fa di votare le vostre foto preferite fra il nuovo Apple iPhone 7 e Samsung Galaxy S7. Oggi abbiamo raccolto i voti e abbiamo calcolato il vincitore, facendo sia un computo totale delle preferenze espresse in favore di uno piuttosto che di un altro smartphone e sia andando ad analizzare le singole foto.

Samsung Galaxy S7 esce vittorioso (e non di poco) da questo confronto con un 65,9% delle preferenze espresse in suo favore. Solo in due casi (foto 4 e foto 12) avete espresso più preferenze per la foto scattata da iPhone 7, anche se con uno scarto decisamente inferiore a quello con cui Galaxy S7 ha “battuto” gli scatti del melafonino.

Nel complesso si può vedere come iPhone soffra leggermente più dello smartphone Samsung in situazioni di poca luce e come il bilanciamento del bianco risulti più “caldo” negli scatti di iPhone 7 e pertanto un po’ più falso rispetto alla realtà. Come espresso anche nella nostra recensione è però difficile dire che Apple iPhone 7 faccia foto non all’altezza, ma piuttosto come quest’anno Samsung con il suo Galaxy S7 abbia alzato l’asticella ancora più in alto.

L’articolo Apple iPhone 7 vs Samsung Galaxy S7, il confronto fotografico sembra essere il primo su AndroidWorld.

Samsung brevetta una S Pen che funziona anche da speaker

Samsung S Pen Speaker

In questi ultimi giorni è stato pubblicato un brevetto di Samsung (depositato a marzo 2016) piuttosto interessante che potrebbe riguardare da vicino già la prossima generazione di Galaxy Note e, più in particolare, la S Pen che lo distingue dai classici Galaxy S dell’azienda.

Si tratta di una variante della S Pen che possa funzionare anche da speaker. Quando la S Pen si trova nel suo alloggiamento, le apposite fessure che si trovano sulla parte finale funzioneranno appunto da diffusori audio. In realtà lo speaker non è nella penna quanto più nel fondo della cavità della penna stessa.

Una volta rimossa quindi il possibile nuovo Galaxy Note avrebbe comunque a disposizione due speaker, e l’audio del secondo uscirebbe proprio dalla fessura. La penna funzionerebbe quindi da canale di trasmissione. Una soluzione quindi che potrebbe donare anche alla serie Galaxy Note un doppio speaker nel lato inferiore del dispositivo.

L’articolo Samsung brevetta una S Pen che funziona anche da speaker sembra essere il primo su AndroidWorld.

Fitness Amici: 1700+ Esercizi e Tomb Raider sono le app a 0,10€ della settimana

Fitness Amici 1700+ Esercizi

Vi abbiamo già segnalato il gioco dedicato ad Android protagonista delle così dette offerte della settimana del Play Store di Google. Square Enix in collaborazione con Google propone infatti per una settimana il porting mobile del primissimo Tomb Raider a soli 0,10€, un’offerta da non lasciarsi sfuggire.

In queste ultime ore è stata svelata anche l’applicazione protagonista delle offerte della settimana, ovvero Fitness Amici: 1700+ Esercizi, anch’essa disponibile a 10 centesimi per un periodo di tempo limitato (talvolta anche più lungo di una settimana). Come suggerisce il nome dell’applicazione, troveremo ad accoglierci oltre 1.700 esercizi per mantenersi in forma, coadiuvati da più di 1.000 filmati illustrativi, tante immagini, modalità, routine di allenamento e tanto altro.

Google Play Badge

L’articolo Fitness Amici: 1700+ Esercizi e Tomb Raider sono le app a 0,10€ della settimana sembra essere il primo su AndroidWorld.

Hangouts non ci sta al pensionamento e aggiunge il supporto a Chrome Custom Tab

hangouts

I Chrome Custom Tabs, che potremmo definire come la versione evoluta della Web View, ovvero la possibilità di aprire pagine web in delle schede Chrome all’interno di altre app (ma con accesso ai dati di Chrome quali password, completamento automatico ecc.), arrivano su Hangouts 13 per Android.

L’opzione è abilitata di default, ma può essere deselezionata nelle impostazioni, casomai non voleste usare i CCT. Sempre nelle impostazioni, c’è ora un avviso in alto che ricorda agli utenti che le conversazioni di Hangouts non sono più unite tra chat ed SMS, il che è un po’ ironico, perché secondo Google unire tutto generava confusione, ed ora invece sembra sia necessario un messaggio per spiegare che le cose non stanno più così.

LEGGI ANCHE: Google Allo disponibile per Android ed iOS

A parte questo, ed in barba ad Allo, Hangouts sembra procedere col vento in poppa: supporto ai video, estensione desktop rinnovata e shrug sono solo alcune delle novità più recenti, per un servizio che non sembra intenzionato a rimanere confinato all’utenza business.

Trovate Hangouts 13 da scaricare direttamente da questo link, oppure, come sempre tramite Play Store ed il badge sottostante.

Google Play Badge

L’articolo Hangouts non ci sta al pensionamento e aggiunge il supporto a Chrome Custom Tab sembra essere il primo su AndroidWorld.